Lombardia in zona rossa, Fontana fuori giri

15 Gennaio 2021 di fabio pizzul

Ristoratori che protestano servendo pasti ai tavoli fuori dalle regole, studenti che occupano le scuole… Non bastano questi segnali per capire che non è il momento di fare polemiche, ma quello di rimboccarsi le maniche per dare risposte concrete a chi chiede di sapere se e come potrà svolgere le sue attività?
Ho sentito il presidente Fontana parlare di zona rossa come punizione per la Lombardia. Ma come si può dire una cosa del genere? Pensa forse, il presidente, che i tecnici dell’Istituto Superiore di Sanità abbiano come massima aspirazione quella di penalizzare i lombardi o di mettere in difficoltà chi governa la Lombardia? Non usciremo certo da questa crisi pandemica cambiando i parametri o lamentandoci perché il governo (a patto che ce ne sia ancora uno) è brutto e cattivo.  
Riportiamo tutti gli studenti a scuola garantendo tutta la sicurezza necessaria e proviamo a inventare delle regole ancora più chiare perché i ristoratori possano lavorare. Su questo fronte siamo pronti a collaborare e anche a entrare in dialettica con Roma, ma a Palazzo Lombardia la cosa non sembra interessare.

continua a leggere »

Storie e idee per ricominciare: Stefania Cecchetti e il ritorno a scuola

14 Gennaio 2021 di fabio pizzul

Il TAR boccia la Lombardia e riapre le scuole

14 Gennaio 2021 di fabio pizzul

Il TAR della Lombardia, su istanza del comitato “A scuola!” (complimenti per la tenacia), ha sospeso l’ordinanza della regione che stabiliva il blocco della didattica in presenza per le scuole superiori fino al 24 gennaio. Ora gli studenti, da domani 15 gennaio, potrebbero tornare in classe, ma regione presenterà ricorso e bisognerà capire a quale zona verrà assegnata la Lombardia a partire dal 17 gennaio: in zona rossa si manterrebbe la didattica a distanza.
Non sono entusiasta quando la magistratura si sostituisce alla politica, ma sulla scuola ci state davvero troppi ritardi e ambiguità.

continua a leggere »