Archivio categoria: Ultimissime

Didattica a distanza per le superiori fino al 24 gennaio

7 Gennaio 2021 di fabio pizzul

Con una nota scarna e laconica, Regione Lombardia ha comunicato che la didattica in presenza per le scuole secondarie di secondo grado rimarrà sospesa fino al 24 gennaio.
Così si legge in un lancio dell’agenzia di stampa regionale Lombardia Notizie:
“Preso atto delle valutazioni e delle risultanze di carattere sanitario, connesse all’attuale diffusione del Covid, condivise con il Comitato Tecnico Scientifico lombardo, Regione Lombardia ha assunto l’orientamento di proseguire le lezioni per le scuole secondarie di secondo grado con la didattica a distanza al 100%”. Lo comunica in una Nota la Regione Lombardia.
“La decisione – prosegue la Nota – sarà formalizzata con un’ordinanza e resterà in vigore fino al 24 gennaio”.

Personalmente avrei auspicato più coraggio e maggiore rispetto del lavoro fatto in queste settimane dalle scuole, dalle agenzie per il trasporto e dagli amministratori locali, coordinati dai prefetti.
Più che annunciare con un semplice comunicato una decisione così drastica, sarebbe stato utile coinvolgere, dopo aver sentito il CTS, i responsabili di scuola, trasporti ed enti locali.
Si è dimostrato così grande superficialità e disprezzo per il lavoro fatto.
La prudenza, riguardo il peggioramento dei dati dell’epidemia, è necessaria, ma non si governa in un modo così approssimativo. I provvedimenti si motivano e si spiegano con i relativi dati di supporto, non li si dà in pasto ai media in modo così approssimativo.

Per dirla tutta, mi pare un annuncio con lo scopo di distrarre l’attenzione dal prolungarsi delle trattive per il rimpasto (che era già stato dato per concluso ieri e poi ancora oggi) più che un segno di rispettosa attenzione per il mondo della scuola.

Gallera è ancora assessore?

3 Gennaio 2021 di fabio pizzul

“Le dichiarazioni dell’assessore Gallera non sono state condivise e non rappresentano il pensiero del governo della Lombardia”.
Alcune agenzie di stampa rilanciano questa dichiarazione precisando che giungo da “fonti Lega”.
Ma che cosa significa?
Forse il presidente Fontana ha già sostituito l’assessore alla sanità e non lo ha comunicato a nessuno?
Mi pare ci sia un’unica certezza: in Lombardia c’è una gran confusione.
Anche sui vaccini Covid non si è partiti con il piede giusto e la previsione di 10.000 vaccinazioni al giorno non è certo tranquillizzante per raggiungere una copertura adeguata della popolazione lombarda in tempi accettabili.
In questi giorni si è cominciata la campagna vaccinale con troppa lentezza.
Mi auguro che da domani si cominci a fare sul serio e che non siano fondate le voci che circolano riguardo il fatto che alcune RSA dovranno aspettare fino al 15 febbraio.

Test e visite gratis per gli atleti per la ripresa post-Covid

18 Dicembre 2020 di fabio pizzul

Tamponi e visite medico sportive post Covid a prezzi calmierati per gli atleti e gratuiti per i minori. Lo prevederà Regione Lombardia sulla base di un mio ordine del giorno  collegato al Bilancio approvato ieri in Consiglio regionale. In vista della futura ripresa delle attività agonistiche dopo lo stop dettato dall’emergenza Covid, per evitare una nuova diffusione del virus, le federazioni del CONI hanno stato stabilito un protocollo che prevede l’obbligo  di eseguire periodicamente il tampone (molecolare o rapido) a tutti gli atleti, agli staff di gara e ai dirigenti delle società. Un protocollo  necessario che dovrà essere onorato con il massimo senso di responsabilità i cui  costi  sono previsti a carico delle famiglie dei  minori che praticano sport. Per evitare di gravare,  in tempo di crisi, sulle già affaticate società sportive e sulle famiglie ho chiesto e ottenuto che la Regione attivi convenzioni con i laboratori per offrire tamponi gratuiti ai minorenni che praticano attività sportiva  e test a prezzi calmierati per quelli maggiorenni. Inoltre, per gli atleti che hanno già sostenuto una visita di idoneità sportiva ma sono poi risultati positivi al Covid è prevista un’ulteriore visita e diversi esami a pagamento. Per questo ho chiesto alla Regione, che ha già convenzioni con centri di medicina sportiva per l’erogazione di certificati di idoneità gratuita, di stanziare risorse per garantire ai minorenni anche la gratuità della visita post Covid.
La palla passa ora alla Giunta che mi auguro agisca in fretta.

Per le feste limitati al massimo gli spostamenti: un sacrificio necessario

3 Dicembre 2020 di fabio pizzul

Al link qui di seguito trovate il decreto del governo che limita gli spostamenti tra regioni e comuni tra il 21 dicembre e il 6 gennaio.
C’è chi parla di Governo che vuole spaccare le famiglie, c’è chi sostiene che sia un provvedimento disumano, ma con migliaia di ricoverati e centinaia di morti al giorno credo che far finta di nulla e consentire spostamenti indiscriminati sarebbe da irresponsabili.
E’ un sacrificio pesante che viene chiesto a tutti, ma ancora più pesante sarebbe dover sopportare una nuova ondata di contagi e di ricoveri.
E’ bene essere prudenti e non illuderci che la pandemia sia già passata.
So bene che le festività natalizie sono una pausa che tradizionalmente per molti è stata irrinunciabile, ma in questo 2020 non c’è nulla di tradizionale e di normale.

Tutto bene in Lombardia, Gallera puó continuare.

1 Dicembre 2020 di fabio pizzul

Nessuna rrisposta alla domanda: perché un’epidemia così violenta proprio in Lombardia?

Il dibattito sulla mozione che chiedeva un cambio nella gestione dell’assessorato al Welfare si é chiuso con un voto a favore dell’assessore Gallera.

Qui di seguito la cronaca proposta dall’agenzia di stampa Dire.

“Hanno sbagliato su tutto: vaccini, tamponi, tracciamento e trasporti. L’assessorato andava resettato molti mesi fa, eppure la Lega continua a difenderne l’operato”. Cosi’ Massimo De Rosa, capogruppo del M5S a Palazzo Pirelli e primo firmatario della mozione, bocciata oggi in Consiglio regionale, che chiedeva una ‘ridefinizione’ dell’assessorato regionale al Welfare guidato da Giulio Gallera. De Rosa, che ha chiesto il voto segreto per la mozione, spiega come “sono i cittadini lombardi a toccare con mano quotidianamente la gestione disastrosa della pandemia da parte della Regione”. Alla mozione di sfiducia ha partecipato anche il Partito democratico: “Per l’ennesima volta Lega e alleati si autoassolvono”, dice il capogruppo Fabio Pizzul. A detta del capogruppo dem, infatti, “fin dall’inizio Fontana e Gallera si sono arroccati nel palazzo da dove hanno a piu’ riprese rassicurato la popolazione che tutto veniva gestito per il meglio”. “Noi invece- chiude Pizzul- porteremo avanti la nostra azione in commissione d’inchiesta e la nostra proposta di riforma della sanita’ lombarda, perche’ questa pandemia non dovra’ essere, quando finalmente succedera’, passata invano”.

Ristori lombardi per le imprese: istruzioni per l’uso

27 Novembre 2020 di fabio pizzul

Sono aperti i bandi per i ristori assicurati da Regione Lombardia.
Al link qui di seguito trovate le indicazioni pratiche e le date in cui si sono aperte o si apriranno le finestre per le singole categorie. Il meccanismo è quello del click-day, si accontenta chiunque fa richiesta fino ad esaurimento fondi.
E’ necessario avere credenziali per presentazione richieste on-line, ovvero lo Spid.

https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/imprese/imprese-commerciali/si-sostegno-impresa-lombardia

Sì, assessore, rimanga pure al suo posto!

17 Novembre 2020 di fabio pizzul

40 a 33, così si é conclusa la votazione sull’urgenza della mozione che, su iniziativa di 5 Stelle e del resto della minoranza, chiedeva un cambio al vertice dell’assessorato al Welfare lombardo.

Secondo la maggioranza la questione non é urgente. Punto.

Almeno due consiglieri di maggioranza hanno votato con le opposizioni, ma cosa volete che sia!

L’assessore Gallera si salverà ancora?

17 Novembre 2020 di fabio pizzul

Venerdì scorso la maggioranza ha salvato l’assessore Gallera, ma i malumori sono filtrati in modo evidente e diffuso.
Quale umore davvero percorre i gruppi di maggioranza?
Per capirlo, il Movimento 5 Stelle ha deciso di presentare una sorta di mozione di sfiducia nei confronti dell’assessorato al welfare della regione.
Questo il passaggio chiave della mozione urgente che ha il sostegno di PD, dei civici e di Azione: “Rivedere radicalmente l’assetto, politico e tecnico, dell’assessorato al Welfare e dei vertici della sua direzione Generale, poiché è venuta meno la fiducia necessaria, a fronte dell’incapacità a rispondere, con prontezza ed efficacia, all’annunciato aggravamento autunnale dell’emergenza da COVID-19”.
Tecnicamente non si tratta di una mozione di sfiducia e neppure di una mozione di censura, che prevede un iter particolare per la discussione.
Sta ora al presidente del Consiglio Fermi, sentiti i capigruppo, di decidere se discutere o meno la mozione nella seduta di oggi.
La Lega ha già annunciato che farà muro contro l’ipotesi di discutere la mozione, Forza Italia fa trapelare l’idea che i tempi non siano quelli giusti, ma qualche incertezza sembra farsi largo anche tra i banchi della maggioranza.
Non credo che l’assessore Gallera possa essere defenestrato per questa mozione, ma penso che sia necessario portare in discussione nell’assemblea che rappresenta tutti i cittadini lombardi questioni importanti che riguardano la capacità di effettiva gestione della crisi da parte di un assessorato che non pare in grado di cambiare passo, nonostante la buona volontà e la competenza di tecnici che sembrano però invischiati in una grande incertezza che deriva dalla guida politica della regione.

Rimpasto: nulla di fatto, ma grande tensione

14 Novembre 2020 di fabio pizzul

Nulla di fatto sull’annunciato rimpasto di Giunta: l’assessore Gallera è salvo, fino a nuove disposizioni. Si parla di un supertecnico per gestire l’emergenza Covid (gira il nome di Carlo Lucchina. storico DG sanità dell’era Formigoni), ma tutto rimane sospeso, mentre i partiti della maggioranza ostentano una compattezza che nei fatti non esiste. Potremmo dire che non hanno trovato neppure l’accordo su che cosa cambiare.
Qui di seguito il comunicato che ho firmato cn il segretario regionale PD Vinicio Peluffo e un articolo del Fatto Quotidiano che ricostruisce bene il clima della maggioranza.

PELUFFO E PIZZUL (PD): “IL RIMPASTO È ORMAI UN TEATRINO, È EVIDENTE CHE NON SI PUÒ ANDARE AVANTI COSÌ”

“Quello del rimpasto in giunta regionale è diventato ormai un teatrino e il nulla di fatto era già scontato. Le fibrillazioni nella maggioranza ci sono, e sono dovute ai tanti problemi della gestione della pandemia, che stanno mostrando una Regione Lombardia per nulla eccellente e, anzi, tra le ultime della classe. Ma non sarà un po’ di fumo sollevato con queste finte di rimpasto e di sostituzione dell’assessore Gallera a risolvere o a far dimenticare i problemi dei lombardi, dalla mancanza dei vaccini antinfluenzali alla medicina territoriale che non funziona, fino alle carenze di personale anche negli ospedali. Il problema c’è ed è nella credibilità della giunta Fontana ed è per questo che non cambiano nulla e, anzi, continuano a lodarsi per il buon lavoro fatto. È evidente che non si può andare avanti così.”

Lo dichiarano per il Pd lombardo il segretario regionale Vinicio Peluffo e il capogruppo in Regione Fabio Pizzul.