Archivio categoria: News

Olimpiadi, strade e ferrovia: il 2026 è dietro l’angolo

8 Luglio 2019 di fabio pizzul

E’ meglio essere realisti e investire sulle infrastrutture che già esistono, rendendole efficienti e funzionali. E’ prevalso il realismo durante l’incontro organizzato dal PD a Lecco sui trasporti sull’asse Milano Valtellina in vista delle Olimpiadi del 2026.
Il tempo non è molto, 6 anni per infrastrutture complesse sono davvero pochi, quindi bisogna avere idee chiare e agire subito.

continua a leggere »

Il Sicomoro: porti, muri, Milano ed Europa

8 Luglio 2019 di fabio pizzul

Nel nuovo numero de Il Sicomoro (8 luglio 2019):
– Un porto chiuso è un porto morto
– Olimpiade: che parta dai gruppi sportivi locali – Massimo Achini
– I dubbi del trentenne europeista – Federico Baio
– Il premio della Flat Tax ai redditi alti – Paolo Cova
– L’impegno amministrativo: alleanza con la comunità – intervista a Ezio Casati, sindaco di Paderno Dugnano
– Sesto, quando il sindaco sfratta la società – Roberta Perego
– Ambrosianeum: rapporto sulla città 2019
– In ricordo di Gigi Galbusera – Andrea Fanzago e Silvio Mengotto

Emergenza climatica: no grazie, in Lombardia no!

4 Luglio 2019 di fabio pizzul

Ho proposto alla regione di dichiarare lo stato di emergenza climatica, ma la Giunta e la maggioranza di centro destra hanno detto no, perché non abbiamo bisogno di decisioni simboliche.
Mi sono permesso di ricordare che la politica ha il compito di indicare obiettivi e condividere simboli che possono creare unità e impegno.
Questa dichiarazione avrebbe sancito un patto tra istituzioni e cittadini per promuovere la lotta ai cambiamenti climatici.
La Lombardia ha perso un’occasione per cambiare passo, ma non ci scoraggiamo. Nel video i miei interventi in aula.

Milano Cortina 2026: occasione da non perdere

4 Luglio 2019 di fabio pizzul

Il mio intervento nell’aula del Consiglio regionale lombardo sull’assegnazione delle Olimpiadi 2026: siano le Olimpiadi del Rinascimento italiano e della rinascita delle periferie, a partire da Rogoredo.
Ho proposto che il Consiglio regionale istituisca una commissione speciale per seguire il percorso e i lavori di preparazione.

Biglietto unico, si parte!

4 Luglio 2019 di fabio pizzul
Immagine mappa nuovo Sistema Tariffario integrato del bacino di mobilit&grave STIBM

Ci siamo! Dal 15 luglio entra in vigore il nuovo Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità (STIBM) in sostituzione del Sistema Integrato Tariffario dell’Area Milanese (SITAM). Il cosiddetto Biglietto Unico esso si estende a tutti i comuni che fanno parte della Città metropolitana di Milano e della Provincia di Monza e Brianza.
Con i nuovi titoli di viaggio sarà possibile viaggiare sulle linee della metropolitana e di superficie di ATM, urbane ed extraurbane, e sulle linee di trasporto pubblico extraurbane dei diversi gestori attivi sul territorio.
Si potrà utilizzare fin da subito il biglietto unico anche su Trenord, anche se rimarranno, per il momento, i biglietti solo ferroviari.

continua a leggere »

Europarlamento, tocca ancora a un italiano

3 Luglio 2019 di fabio pizzul

Non era certo quello che si augurava Matteo Salvini, ma l’elezione di Davida Sassoli a presidente del Parlamento Europeo è una gran bella notizia.
Sassoli succede a Tajani e guiderà l’assemblea europea per i prossimi due anni e mezzo, confermando la staffetta tra socialisti e popolari.

continua a leggere »

Dichiarazione di emergenza climatica? La Lombardia dice no.

2 Luglio 2019 di fabio pizzul

Oggi ho presentato la proposta di dichiarazione di stato di emergenza climatica in Lombardia, ma il centrodestra ha detto no.
Hanno sostenuto la proposta anche i Lombardi Civici Europeisti, Più Europa con Emma Bonino e Movimento 5 Stelle.
Un’occasione persa.

continua a leggere »

Pagamenti, la Lombardia virtuosa a corrente alternata

1 Luglio 2019 di fabio pizzul

Presentando l’Assestamento di Bilancio per il 2019, i dirigenti della Direzione Programmazione e Bilancio di Regione Lombardia hanno avuto indicazioni di sottolineare la puntualità di pagamento della regione: le fatture non sanitarie vengono pagate in media con 13 giorni di anticipo sui 30 giorni previsti per legge. Bene! Ma perché sul altri fronti le attese paiono infinite?

continua a leggere »