1 commenti su “Oltre la difesa identitaria

  1. Ambrogio Giussani

    A mio parere sarebbe pienamente condivisibile semplicemente con l’aggiunta di una “sia” e cioè : “la sfida sta SIA nella difesa di posizioni identitarie SIA nella capacità di proporre idee e prospettive convincenti per l’intera comunità”. Sono due aspetti strettamente congiunti e complementari. I cattolici in politica, per riaprire spazi, devono farsi valere, affermare in modo forte e chiaro (ma senza esagerazioni o estremismi) i valori cristiani che peraltro sono anche valori umani. Poi, certamente, per contare occorrono anche e prospettive convincenti (come dici giustamente tu) ma anche saper dire dei NO quando occorre ed avere maggiore indipendenza culturale, specie oggi in una società sempre più secolarizzata. invece, sembra che anche in diversi politici con una formazione cristiana, a volte prevalga la logica della militanza e della continua mediazione che poi porta il cattolicesimo politico ad essere quasi insignificante ed impercettibile. Attenzione a non correre il rischio che il sale perda il suo sapore o a proporre un cristianesimo troppo “annacquato” per non disturbare i compagni di viaggio. Prima che politica la questione è culturale.

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *