Storie di Covid #25: Un telefono che squilla

20 Novembre 2020 di fabio pizzul

Una nuova storia che mi arriva dal territorio milanese e racconta la solitudine di tante famiglie che non sanno a chi rivolgersi. La stragrande maggioranza dei medici di base sta dando l’anima per i propri assistiti, ma anche una sola situazione problematica va segnalata e risolta. Di fronte a medici di base assenti non c’è purtroppo molto da fare, se non sollecitarli a non dimenticare i propri assistiti, c’è poi sempre la possibilità di cambiare il proprio medico (anche on line).  

“Ho una mamma di 94 anni che riesce ancora a stare a casa, ma da qualche giorno ha qualche problema respiratorio. In farmacia mi hanno dato alcuni consigli, ma mi hanno invitato a contattare il medico di base di mia mamma per verificare l’opportunità di fornirle un aiuto respiratorio con l’ossigeno. Lo studio del medico è chiuso perché la segretaria è risultata positiva a Covid-19 e gli assistiti sono invitati a contattare il medico telefonicamente. Da mercoledì sto tentando di telefonare ad ogni ora del giorno e lo stesso sta facendo mia sorella, ma in due giorni non sono riuscita a prendere la linea. Come posso fare? Mia mamma ha bisogno di avere delle risposte”.
La signora N.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.