Rimpasto: nulla di fatto, ma grande tensione

14 Novembre 2020 di fabio pizzul

Nulla di fatto sull’annunciato rimpasto di Giunta: l’assessore Gallera è salvo, fino a nuove disposizioni. Si parla di un supertecnico per gestire l’emergenza Covid (gira il nome di Carlo Lucchina. storico DG sanità dell’era Formigoni), ma tutto rimane sospeso, mentre i partiti della maggioranza ostentano una compattezza che nei fatti non esiste. Potremmo dire che non hanno trovato neppure l’accordo su che cosa cambiare.
Qui di seguito il comunicato che ho firmato cn il segretario regionale PD Vinicio Peluffo e un articolo del Fatto Quotidiano che ricostruisce bene il clima della maggioranza.

PELUFFO E PIZZUL (PD): “IL RIMPASTO È ORMAI UN TEATRINO, È EVIDENTE CHE NON SI PUÒ ANDARE AVANTI COSÌ”

“Quello del rimpasto in giunta regionale è diventato ormai un teatrino e il nulla di fatto era già scontato. Le fibrillazioni nella maggioranza ci sono, e sono dovute ai tanti problemi della gestione della pandemia, che stanno mostrando una Regione Lombardia per nulla eccellente e, anzi, tra le ultime della classe. Ma non sarà un po’ di fumo sollevato con queste finte di rimpasto e di sostituzione dell’assessore Gallera a risolvere o a far dimenticare i problemi dei lombardi, dalla mancanza dei vaccini antinfluenzali alla medicina territoriale che non funziona, fino alle carenze di personale anche negli ospedali. Il problema c’è ed è nella credibilità della giunta Fontana ed è per questo che non cambiano nulla e, anzi, continuano a lodarsi per il buon lavoro fatto. È evidente che non si può andare avanti così.”

Lo dichiarano per il Pd lombardo il segretario regionale Vinicio Peluffo e il capogruppo in Regione Fabio Pizzul.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.