Noterella politica su Coronavirus in Lombardia

10 Aprile 2020 di fabio pizzul

Mentre altre regioni si stanno già muovendo con concretezza per preparare la fase due dell’emergenza, anche in virtù di una migliore gestione territoriale dell’epidemia da Covid-19, in Lombardia siamo ancora piuttosto indietro.
Le commissioni consiliari stanno lavorando, con fatica e timidezza, per formulare proposte sul sostegno economico alle persone e alle attività più colpite dall’emergenza, ma manca una regia globale sulla ripartenza.
Il fatto stesso che Regione Lombardia abbia costituito solo con un atto del 7 aprile il Comitato Tecnico Scientifico non fa che confermare una gestione che ha portato a rincorrere gli eventi.
Per questo come PD abbiamo proposto un percorso di più organico coinvolgimento delle parti sociali e datoriali dei diversi territori lombardi e un coordinamento che trovi un possibile reale contributo politico anche delle opposizioni. Non mi pare che, fino ad oggi, siano arrivate risposte chiare al proposito. Rimaniamo in attesa nella speranza che da parte di regione ci sia più umiltà, meno arroganza e la consapevolezza che la Lombardia non può limitarsi a rincorrere l’epidemia.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.