Coronavirus: nelle RSA urgente agire subito, non solo capire che cosa non ha funzionato

8 Aprile 2020 di fabio pizzul

Riflettevo nei giorni scorsi sulla differenza tra prendersi la responsabilità e cercare le responsabilità. Purtroppo la realtà ha superato i miei pensieri. In men che non si dica sono spuntate ben due commissioni d’indagini per individuare le responsabilità su RSA  Pio Albergo Trivulzio a Milano. La Giunta regionale ha annunciato di voler individuare eventuali responsabilità su quello che è accaduto.
Ecco: individuare le responsabilità e non prendersi la responsabilità.
La politica pensa a fare il mestiere altrui (quello della magistratura) e non fa il proprio: decidere e far sì che le cose funzionino dando risposte immediate a chi ha bisogno.
Bisogna agire subito per evitare altre sofferenze e non dare per scontato che nelle RSA ormai non ci sia più nulla da fare.

Il problema, oggi, non è capire che cosa non ha funzionato; l’urgenza è di dare immediate risposte su quello che non sta ancora funzionando.
Nelle RSA mancano i dispositivi di protezione, i pazienti e il personale non viene controllato (tamponato) per capire chi isolare e chi no, i pazienti Covid positivi sono lasciati in strutture che non hanno spesso competenze e strumenti per accompagnarli nel decorso della malattia.

Queste sono le cose di cui occuparsi oggi. Poi si potrà e si dovrà stabilire che cosa non ha funzionato.
Annunciare con enfasi commissioni d’inchiesta, scusate se lo dico con brutale franchezza, è un tentativo di dare in pasto ai media qualcosa di cui parlare per togliersi dall’impaccio di spiegare che cosa si sta facendo e si intende fare per tirarci fuori da questa emergenza.
Che cosa rispondiamo alle famiglie che ci chiedono perché nelle RSA non ci sono le protezioni necessarie? Diciamo che la Protezione Civile nazionale non ha fatto avere le mascherine promesse?
Diciamo che le diamo gratis ai cittadini, tanto sulle RSA sta facendo luce la commissione?
Ai cittadini si sta dicendo giustamente che non si deve abbassare la guardia, ma, visto che gli ospedali pare siano un po’ meno sotto pressione, nelle istituzioni si prepara già una linea difensiva non contro il virus, ma contro le possibili critiche al proprio operato.

Un commento su “Coronavirus: nelle RSA urgente agire subito, non solo capire che cosa non ha funzionato

  1. Antonio De Monte

    È proprio così, la commissione serve a chi ha prodotto questo disastro a cercare di allontanare le sue responsabilità.

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *