Un sostegno vero all’emittenza locale

19 Dicembre 2019 di fabio pizzul

A inizio 2018 il Consiglio regionale aveva approvato una legge sull’emittenza locale in Lombardia. Erano stati stanziati appena 70.000 euro, ma non ne è stato speso neppure uno.
Bisogna concludere che le radio e Tv locali lombarde non abbiano bisogno di alcun sostegno?
La risposta è un’altra: la regione ha inserito i fondi a disposizione nella misura “Credito Adesso” che ha l’obiettivo di abbattere gli interessi di eventuali prestiti. Evidentemente non è questo il sostegno di cui le emittenti hanno bisogno.
Nella recente sessione di bilancio ho chiesto alla Giunta di cambiare la propria strategia per sostenere davvero l’emittenza locale lombarda.

Sono stato ascoltato a metà.
Bocciata un mio emendamento in cui chiedevo di aumentare fino a 200.000 euro i fondi messi a disposizione per il 2020.
Accolto, invece, seppure con una formula che lascia molto spazi di incertezza come “invita la Giunta, compatibilmente con le esigenze di bilancio”, un ordine del giorno in cui chiedo che le risorse vengano messe a disposizione con un bando che sostenga gli investimenti per l’innovazione tecnologica e finanzi la formazione del personale all’uso delle nuove tecnologie. Oltre a questo ho chiesto che per la comunicazione istituzionale della Giunta e del Consiglio vengano acquistati spazi sulle emittenti locali e non solo sui grandi network e che si pensi a sostenere programmi di radio e Tv locali che raccontino il cammino di preparazione alle Olimpiadi di MilanoCortina2026.
Spero che la Giunta accolga l’invito e che i fondi messi a disposizione arrivino davvero alle emittenti locali lombarde. Vigilerò perché questo accada.

Allego il testo dell’Ordine del giorno che è stato approvato con la modifica di cui vi dicevo, ovvero con “invita la Giunta, compatibilmente con le esigenze di bilancio” al posto di “impegna la Giunta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *