Leva civica: no a una legge che non mette al centro i giovani

15 Ottobre 2019 di fabio pizzul

No a una legge che non garantisce una vera formazione civica dei giovani e si pone, tra l’altro al di fuori delle competenze della regione. 
Così ho motivato il voto contrario al progetto di legge regionale che istituisce la leva civica regionale volontaria approvato oggi in aula.

La legge non risponde a quello che dovrebbe essere il suo obiettivo primario, costruire un percorso di educazione civile per i giovani, come ha sempre fatto il servizio civile nazionale, ora universale.
Al centro della legge ci sono le pur importanti esigenze dei piccoli enti territoriali che, data la sempre maggiore scarsità di risorse, accolgono di buon grado volontari che difficilmente potranno però essere seguiti e adeguatamente formati.
Una legge,insomma, che contraddice nella sostanza il suo obiettivo dichiarato e che  presenta evidenti elementi di criticità, perché alcune disposizioni sconfinano in materie di competenza statale  (soprattutto in materia fiscale) e per  questo potrebbe essere impugnata.

Nelle prossime ore pubblicherò il video dei miei interventi in aula.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *