Legge elettorale: la regione piegata ai diktat di Salvini

26 Settembre 2019 di fabio pizzul

Alla fine, la Lega ha ottenuto quello che voleva: approvare entro il 30 settembre il quesito referendario che intende abolire la quota proporzionale della legge elettorale nazionale.
Una forzatura bella (brutta) e buona (dannosa) che nasce da un diktat di Salvini.
Nei mie interventi in aula ho tentato di spiegare i motivi del nostro diasppunto.

Non si sfrutta il Consiglio regionale per evidenti fini di propaganda.
Perchè il Partito Democratico ha scelto, insieme alle altre minoranze, di abbandonare l’aula e non partecipare al voto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *