Nuova guida per Fondazione Milano

2 Agosto 2019 di fabio pizzul

Nuova gestione per uno dei fiori all’occhiello del Comune di Milano, le scuole civiche, raccolte dal 2000 nella Fondazione Milano. Stefano Mirti succede nel ruolo di presidente a Marilena Adamo, che ha guidato negli ultimi anni in maniera competente è brillante la fondazione, accompagnandola, soprattutto nel trasloco della nuova nella nuova sede di Viale Fulvio Testi presso l’ex Manifattura Tabacchi.
Un sincero grazie a Marliena Adamo per il lavoro svolto e un “in bocca al lupo” al neo presidente Mirti.

Fondazione Milano è nata nel 2000 dall’unione di 4 scuole che Comune di Milano gestiva in forma diretta, la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, fondata nel 1862, la Civica Scuola per Interpreti e Traduttori, fondata nel 1980, la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi, fondata dallo stesso Paolo Grassi e da Giorgio Strehler nel 1951 per il Piccolo Teatro è passata al Comune di Milano nel 1966, e la Scuola Civica di Cinema, già Scuola delle Tecniche Cinetelevisive, nata nel 1952 e passata al comune attorno al 1980.

Il neopresidente Stefano Mirti, entrato in carica ieri, sarà coadiuvato da un Consiglio di Amministrazione formato da Carlo Montalbetti, da Sandra Mori e da Stefano Rolando. Fondazione Milano raccoglie scuole che in questi anni, anzi decenni, hanno formato migliaia di competenti e brillanti artisti e operatori dei diversi settori di cui si occupano i corsi e ha consentito davvero al comune di Milano di essere all’avanguardia nella formazione terziaria di stampo universitario. A Mirti e al nuovo Consiglio di Amministrazione formulo i migliori auguri di un buon lavoro, nella convinzione che a Milano il ruolo delle scuole civiche possa essere ancora molto significativo per il futuro della città. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.