Arresti in Lombardia: speriamo non sia la punta di un iceberg

7 Maggio 2019 di fabio pizzul

Lasciamo alla magistratura il compito di intervenire per chiarire in tempi brevi quello che è accaduto e per spiegare che cosa ha portato ai più di 40 arresti tra i quali anche quelli di due esponenti di spicco di Forza Italia come Pietro Tatarella (Consigliere comunale a Milano e candidato alle europee) e Fabio Altitonante (sottosegretario regionale al post Expo).
Siamo in presenza di una sorta di sistema molto radicato che ha trovato appiglio in diverse parti dell’amministrazione lombarda.

Diamo atto a Fontana, per quanto si sa finora, di essere parte offesa, ma gli atti dimostrano uno stile nell’udienza data a certi personaggi che speravamo fosse un lontano ricordo. Abbiamo letto di comportamenti che nulla hanno a che fare con l’interesse dei cittadini.
Fontana rivendica correttezza, ma la fiducia che è stata accordata alle persone coinvolte dall’inchiesta è una fatto politico che non ci lascia assolutamente tranquilli e speriamo che questa inchiesta non sia solo la punta dell’iceberg.
Quanto al sottosegretario Altitonante, è un bene che Fontana lo abbia sospeso ma meglio sarebbe stato se gli avesse ritirato le deleghe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *