Il Giorno del Ricordo

10 Febbraio 2019 di fabio pizzul

Nel Giorno del Ricordo, dedicato alla memoria delle vittime delle Foibe e degli esuli istriano dalmati, vi propongo la visione di un brano musicale estratto dallo spettacolo di Simone Cristicchi “Magazzino 18”.
Sono nato sul confine che ha generato una tristissima pagina della nostra storia con tante violenze, da una parte e dall’altra del confine stesso e da una parte e dall’altra della faglia ideologica che ha insanguinato il ‘900. Oggi quel confine, per fortuna, non esiste più: dobbiamo ricordare quel che è successo (anche se il ricordo genera spesso dolore) perchè quel maledetto confine non ritorni mai più.

L’artista romano ha preso spunto dallo stabile del Porto Vecchio di Trieste in cui sono accatastati abiti, mobili, giocattoli, lettere, fotografie che appartenevano agli italiani costretti all’esodo in seguito al trattato di pace di Parigi del 1947. Li avevano lasciati lì nella speranza, vana, di poterli ritirare e rientrare in quella che fu la loro terra.
Per tanti anni quella degli istriano dalmati è stata una tragedia dimenticata, rimossa dalla memoria del nostro Paese. Dal 2004 una legge nazionale ha sanato questa ferita e istituito la Giornata del Ricordo che oggi celebriamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *