Autonomia: basta parole, servono passi concreti

21 Dicembre 2018 di fabio pizzul

Di primi passi per l’autonomia ne abbiamo già visti a sufficienza.
Ora servono veri passi concreti. Istituzionali.
Nella scorsa legislatura, con il Governo Gentiloni, si arrivò a firmare in pochi mesi una pre-intesa istituzionale, pronta per essere portata in Parlamento. Quello che ci si attende oggi, e su cui lo stesso Salvini si era impegnato, non è dunque un generico documento ma un testo che dovrà essere votato dal Parlamento.

Se non sarà così, vorrà dire che l’esecutivo Lega-Cinque Stelle ha preso in giro le tre Regioni che avevano avviato il percorso per la maggiore autonomia. Fino ad ora gli unici passi concreti verso un’autentica autonomia sono stati compiuti da esecutivi di centrosinistra. Vedremo che cosa accadrà ora”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *