Lodi, il comune ha discriminato le famiglie straniere

13 Dicembre 2018 di fabio pizzul

Told you! Direbbero gli inglesi. L’avevamo detto. La decisione del comune di Lodi di escludere famiglie straniere non abbienti dalle agevolazioni sulle mense scolastiche era discriminatoria. Lo ha confermato oggi con unas entenza emessa, il Tribunale di Milano che ha accertato la condotta discriminatoria del Comune di Lodi con cui si chiedeva alle persone non comunitarie di produrre certificazioni nei paesi di origine, fra l’altro impossibili da ottenere.

Il Tribunale ha ordinato al Comune di Lodi di modificare il Regolamento in modo da consentire ai cittadini non appartenenti all’Unione Europea di presentare la domanda mediante la presentazione dell’ISEE alle stesse condizioni previste per i cittadini italiani e dell’Unione Europea in generale.
Il Comune di Lodi è stato condannato alla rifusione delle spese processuali in favore di ASGI e NAGA che hanno presentato il ricorso.
Si tratta di una grande e piena vittoria del Coordinamento Uguali Doveri che negli ultimi 3 mesi ha condotto una lunga battaglia anche per aiutare i bambini discriminati dal Regolamento.
È una grande sconfitta dell’Amministrazione di centrodestra del Comune di Lodi, guidata dalla Lega Nord, che in modo testardo ha creato un caso di discriminazione che è diventato di interesse nazionale.

  • Il Coordinamento Uguali Doveri questa sera festeggia in piazza Broletto a Lodi. Idealmente sono con loro, istituzionalmente provo grande tristezza perché una volta di più la politica ha dimostrato tutta la sua miopia e la magistratura é stata costretta a ripristinare il diritto e a difendere i diritti delle persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.