Il cristiano si distingue per il suo coraggio

31 agosto 2018 di fabio pizzul

Un cristiano si distingue per il suo coraggio, per il coraggio che gli viene dalla fede. Sa che Dio lo guida e lo sostiene. E allo stesso modo Dio parla per bocca degli altri. Vale dunque la pena di ascoltare l’opinione altrui. I cristiani non temono il dialogo, cercano la collaborazione di persone di diversa fede e pensiero, di chi pone domande e di chi è insoddisfatto. Con loro, insieme e in concorrenza, i cristiani portano nel mondo luce, orientamento, guarigione, protezione, pace e gioia di vivere. (CMM, Conversazioni notturne a Gerusalemme, Mondadori 2008, pag. 112)

Carlo Maria Martini, Torino, 15 febbraio 1927 – Gallarate, 31 agosto 2012

Un grato ricordo per il pastore che ha guidato Milano in anni difficili, ha indicato con lungimiranza e profezia mete alte ed ambiziose con solide radici nella Parola e ha testimoniato la libertà di chi ha scelto di servire il Signore per il bene di tutti.

Un commento su “Il cristiano si distingue per il suo coraggio

  1. Luciano

    E allora come la mettiamo con i cristiani “alla salvini”? Che cosa haano capito questi della Paola di Cristo? Si possono considerare cristiani solo perché vogliono appendere il crocifisso in tutte le pareti?

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *