L’Italia s’è desta… In Lombardia

20 Maggio 2011 di fabio pizzul

Nasce il Comitato per le celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia.
Non è uno scherzo. E’ vero che siamo ormai quasi a metà 2011, ma proprio a metà maggio la Giunta regionale ha dato vita a quanto previsto nella legge regionale approvata nello scorso mese di febbraio.
Il Comitato avrà ora il compito di esaminare i progetti che giungeranno dalla diverse zone della Lombardia e che hanno proposto o proporranno momenti celebrativi o progetti di recupero del patrimonio storico risorgimentale.
Vi allego la delibera di costituzione del Comitato e vi terrò anche informati sulle modalità con cui far pervenire i progetti.
Se qualcuno ha fretta e vuole anticipare i tempi, faccia pure riferimento al sottoscritto.

Delibera di Giunta per il comitato dei 150 anni di Unita d’ Italia

1 commenti su “L’Italia s’è desta… In Lombardia

  1. roberta reali

    Caro Dott. Fabio Puzzul,

    desidero comunicarLe che – non essendo ancora entrata in funzione il Comitato Regionale della Lombardia per l’Unità d’Italia – da tempo avevo promosso per il 150° una solenne celebrazione patriottica e religiosa per ricordare i protagonisti e gli eroi della Guerra di Crimea, tra i quali i Generali Alessandro e Alfonso La Marmora, i fratelli pittori Gerolamo e Domenico Induco ivi sepolti. Parteciperanno Rappresentanze di Bersaglieri e di Suore Figlie della Carità di San Vincenzo che morirono in Crimea assistendo i Soldati dell’Armata Sardo Piemontese, specialmente durante la Battaglia della Cernaia (16.8.1855) così bene illustrata nel quadro di Gerolamo Induno qui riportato e tuttora esposto nella mostra di Palazzo Reale.

    Desidero ardentemente che Ella sia presente alla cerimonia secondo il programma qui allegato.

    In attesa che Ella mi dia sollecita conferma e/o riceva da me ulteriori chiarimenti, Le indico il mio cellulare: 333.3435071.

    Mille grazie e cari saluti.

    Mons. Giorgio Colombo

    Cappellano Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi
    vedere alche agli indirizzi di posta elettronica dove è stato inoltrato l’invito ed il programma.
    Grazie
    Roberta Reali

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *