50 anni fa la strage Piazza Fontana /3 – La Messa di suffragio

15 Dicembre 2019 di fabio pizzul

50 anni fa, il 15 dicembre 1969, Milano si fermava per un triste estremo saluto alle 17 vittime della strage. Circa 300mila milanesi si strinsero attorno al Duomo e fermarono, con il loro dolore composto, qualsiasi tentazione di svolte autoritarie. Una testimonianza religiosa e civile insieme. La piazza di oggi e quella di 50 anni fa sono visibilmente diverse: al grigio plumbeo del giorno dei funerali fa da contrappunto la luce sfavillente di una Milano che pare aver sostanzialmente dimenticato quegli anni bui. Di luce ha parlato nella sua omelia anche l’Arcivescovo Delpini.

continua a leggere »

50 anni fa la strage Piazza Fontana /2 L’omaggio di Mattarella

12 Dicembre 2019 di fabio pizzul

Per la prima volta in 50 anni un Presidente della Repubblica ha partecipato alla commemorazione delle vittime della strage di Piazza Fontana. Un gesto ad alto valore simbolico che riscatta, per quanto possibile, le reticenze e i depistaggi di cui si è reso protagonista uno Stato che non è stato all’altezza dei suoi cittadini.
Il presidente Mattarella è intervenuto durante una seduta straordinaria di Consiglio Comunale di Milano e ha definito la memoria di quanto è accaduto 50 anni fa un elemento fondante dell’identità democratica della nostra Repubblica.
L’abbraccio tra i familiari delle vittime (presenti anche le famiglie Calabresi e Pinelli) ha suggellato un tardivo, ma fondamentale atto di omaggio dello Stato alle vittime di quella terribile stagione di violenza e tensione.

Il discorso del presidente Mattarella a Palazzo Marino

50 anni fa la strage di Piazza Fontana /1

12 Dicembre 2019 di fabio pizzul

Sto per raggiungere il centro di Milano per partecipare all’anniversario dei 50 anni della strage di Piazza Fontana. In attesa di ascoltare il presidente Mattarella, primo Presidente della Repubblica presente a Milano in un anniversario della strage, credo opportuno proporvi una frase che Fortunato Zinni, che quel giorno era all’interno della Banca dell’Agricoltura, scrisse nel suo “Nessuno è Stato”, drammatico diario di una delle vicende più oscure della storia contemporanea italiana.

dav

  • angelo rota: ho sognato che entro 12 mesi si farà luce. Sarebbe un bel bi...
  • Giuseppe Delfrate: Stimatissimo Consigliere regionale Pizziul, E' con grande f...
  • angelo chiappa: Milano deve essere esempio per L'Italia ed Europa. MilanoMet...
  • angelo chiappa: Non finiremo mai di ringraziarLi. Grazie per le informazioni...
  • Gianluca D'Elia: Distinto Consigliere Pizzul, un plauso ed un ringraziamento ...
  • Marco Magni: Anche a Lecco e Sondrio un altro campanello d'allarme https...
  • Annamaria Vicini: La Lombardia deve avere un trasporto pubblico adeguato ed ef...