Novità in Opera Cardinal Ferrari

20 Luglio 2024 di fabio pizzul

Cambio di presidenza all’Opera Cardinal Ferrari, l’ente di assistenza che dal 1921 è un vero e proprio rifugio, aperto tutto l’anno e tutti i giorni, per i milanesi in difficoltà. Dopo 14 anni di presidenza, cede il passo il professor Pasquale Seddio e arriva Luciano Gualzetti, che rimarrà comunque direttore di Caritas Ambrosiana.
Per Radio Marconi ho sentito il professor Seddio, che ha una storia che lo lega all’Opera ben oltre i suoi anni di presidenza.

Borsellino, un’eredità che non può morire

19 Luglio 2024 di fabio pizzul

Trentadue anni fa venivano uccisi in un’attentato mafioso il giudice Paolo Borsellino e i componenti della sua scorta: Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina. L’omicidio di Borsellino arrivò poche settimane dopo quello di Giovanni Falcone e chiuse il cerchio dopo l’uccisione del giudice Rocco Chinnici: il pool antimafia doveva essere distrutto. Non è morto però l’impegno contro la Mafia, anzi, è rinato proprio da quegli omicidi che hanno scosso le coscienze dei palermitani e di tutti gli italiani. La memoria e l’impegno per non tradire l’eredità di Borsellino e Falcone (ma i loro nomi raccolgono l’impegno di molti) è un dovere della Repubblica, ha detto in modo molto efficace il Presidente della Repubblica, che ha visto a sua volta la vita segnata dalla Mafia. Anche il Parlamento Europeo ha voluto ricordare, nella prima Plenaria della legislatura, il giudice Borsellino.
Qui di seguito una sintesi:

L’Ursula bis e l’Europa che si annuncia

19 Luglio 2024 di fabio pizzul

Ursula von der Lyen è stata confermata al vertice della Commissione Europea con un voto del Parlamento Europeo che è stato anche più ampio del previsto. La principale novità è l’appoggio strutturale dei Verdi, che ha, nei fatti, tagliato fuori ECR, il gruppo di cui è parte Fratelli d’Italia. La presidente del Consiglio italiana Meloni non esce benissimo da questa fase di nomine in Europa.
Su Radio Marconi ho commentato questi passaggi di inizio legislatura europea con Andrea Lavazza, esperto di esteri di Avvenire.