Archivio tag: sanità

Le strane liste d’attesa della sanità lombarda

27 luglio 2017 di fabio pizzul

Si fa prima passando per Alpi. Sembrerebbe un verso poetico di un autore del ‘700, ma è la triste e nota realtà messa nero su bianco dal Comitato Regionale dei Controlli. L’organismo regionale ha messo sotto osservazione, nel primo semestre del 2017, i tempi di attesa delle visite mediche negli ospedali lombardi. Il risultato è clamoroso: dieci giorni per fare una visita contro otto mesi, nella stessa struttura e con lo stesso medico.
La differenza sta tutta nel regime con cui viene effettuata la visita. Se la si chiede in regime di libera professione (Alpi, appunto), pagando la prestazione per intero, si attende, in media, poco più di una settimana. Se si passa dal servizio sanitario nazionale, pagando il ticket, il tempo di attesa sale fino a 10 mesi. continua a leggere »

Maroni in fuorigioco sui ticket

28 febbraio 2017 di fabio pizzul

Continua la telenovela dei ticket tagliati e poi reintrodotti.
Maroni da la colpa al governo, ma poi ammette che la Lombardia ha forzato la mano esponendosi a una quasi inevitabile censura da parte di Roma.
Il problema è la certezza della copertura finanziaria che la legge regionale affida a futuri, eventuali, risparmi in campo sanitario.
Maroni oggi ha incontrato Gentiloni e ha proposto di aprire un tavolo di confronto con il governo. Evidentemente, la grande sicumera espressa nelle scorse ore non è poi così granitica: la regione, come spesso accade, forza la mano e poi tenta di recuperare.
Piuttosto che affidarsi a norme pasticciate e improvvisate, non era meglio confrontarsi prima con il governo?
Ma, si sa, la logica spesso fa a pugni con la necessità di raccontare qualcosa ai giornali. continua a leggere »

Il governo smaschera la bufala lombarda sui ticket

24 febbraio 2017 di fabio pizzul

Nuovo scivolone della Lombardia che si vede impugnare dal Governo la cosiddetta legge sui ticket. Maroni grida allo scandalo e invoca maggiore autonomia di fronte all’imperante centralismo romano. La realtà è però ben diversa: nella legge di bilancio per il 2017 la maggioranza lombarda aveva approvato un emendamento della Lega che stabiliva un taglio del 50% del superticket in 3 anni, ma senza fornire alcuna indicazione riguardo le coperture finanziare, affidate a fantomatici risparmi.
Una vera e propria bufala, da noi segnalata in discussione di bilancio e ora messa in piazza dal Governo.
Si salva il taglio parziale varato i 1° febbraio scorso. continua a leggere »

La condanna di Formigoni

22 dicembre 2016 di fabio pizzul

La condanna di Formigoni non mi fa certo gioire, anzi, ma ribadisce la necessità di maggiore vigilanza e trasparenza nella sanità in Lombardia. A Formigoni, come a tutti coloro che incappano in disavventure giudiziarie, va vicinanza umana e augurio di poter chiarire la loro posizione, ma il giudizio sulla gestione della sanità lombarda non può che essere severo. continua a leggere »

Appalti e contratti in Lombardia: serve più trasparenza e chiarezza

14 settembre 2016 di fabio pizzul

Eccessivo ricorso alle proroghe dei contratti nelle aziende ospedaliere con evidenti profili di scarsa trasparenza e controllo, contratti di project financing al limite delle regole e con oneri eccessivi a carico delle casse regionali.
Sono due delle principali osservazioni del Comitato per la trasparenza degli appalti nelle relazioni per il primo e secondo semestre del 2015 approdate oggi in Commissione Affari Istituzionali.
A queste si aggiunge il fatto che, a fine 2015, mancava ancora un supporto informatico per gestire tutti i dati della tracciabilità e della trasparenza.
Osservazioni pesanti che alzano il velo su evidenti problemi di un sistema regionale che non riesce a garantire trasparenza ed economicità. continua a leggere »

ASST Martesana e Melegnano: meno poliambulatori, ma più servizi

7 settembre 2016 di fabio pizzul

Il titolo pare contraddittorio, ma è quanto ha prospettato il direttore generale dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale.
Nel corso di un’audizione in commissione sanità, il direttore generale della nuova ASST della Martesana e di Melegnano ha confermato che nei programmi dell’azienda socio sanitaria è prevista la chiusura di alcuni poliambulatori territoriali.
L’obiettivo dichiarato è quello di aumentare il servizio ai cittadini concentrandolo in alcuni punti che forniranno più specialità e con una maggiore qualificazione professionale.
Rimangono dubbi su come l’utenza più debole possa raggiungere poliambulatori che saranno anche più qualificati e strutturati, ma risulteranno più lontani, in zone dove il trasporto pubblico non è così diffuso e veloce (per usare la figura retorica dell’eufemismo).
continua a leggere »

Riforma sanitaria di Maroni? Un fallimento. Lo dice la Lega.

6 settembre 2016 di fabio pizzul
La mozione presentata dalla Lega

La mozione presentata dalla Lega

La Lega ammette che sulle liste d’attesa in sanità in Lombardia si è ancora molto indietro.
Presentando una mozione (approvata con astensione dei 5 Stelle) la Lega chiede alla giunta di risolvere il problema delle liste di attesa.
Evidentemente, è la Lega e non il PD a dirlo, le misure annunciate e messe in atto dalla Giunta con tanto di manifesti con lo slogan “zero code” non sono state poi così utili ed efficaci.
Maroni governa da ormai tre anni, ma i problemi della sanità rimangono tutti lì.
La Lega può anche fare la voce grossa attaccando il neo assessore alla sanità di Forza Italia Gallera, ma non fa che certificare le difficoltà, se non il fallimento della gestione della sanità dell’assessore Maroni.
Non posso che sottoscrivere: le liste d’attesa certificano che la riforma non funziona.

continua a leggere »

Sanità: direttore rimosso per le critiche alla riforma Maroni

5 settembre 2016 di fabio pizzul

Rimosso dall’incarico per aver criticato la riforma della sanità lombarda.
E’ accaduto ad professor Cicardi, direttore del dipartimento di medicina dell’ospedale Sacco di Milano.
L’atto è del 1° settembre e non credo abbia precedenti nella storia della sanità lombarda.
L’intervista incriminata è stata pubblicata lo scorso 18 agosto sul Corriere della Sera e si chiudeva così: «È innegabile che nel sistema siano nate delle eccellenze, ma queste faticano a sopravvivere all’interno del sistema, mentre le attività remunerative migrano verso il privato che si è sviluppato nel ventennio formigoniano».
Non so che cosa ne pensiate, ma a me sembra una purga in piena regola.
Le critiche all’applicazione della riforma Maroni affiorano in modo sempre più diffuso ed esplicito: la rimozione del medico del Sacco suona come una sorta di avvertimento…

Il provvedimento di revoca del professor Cicardi

Il ministro Lorenzin alla festa de l’Unità di Milano

1 settembre 2016 di fabio pizzul

Fine settimana su sanità e welfare alla festa de l’Unità di Milano. Venerdì alle ore 18 si parlerà dell’universalismo del sistema sanitario nazionale con la ministra Beatrice Lorenzin. Viste le polemiche di questi giorni sulla campagna di comunicazione dedicata al fertility day, credo non mancheranno argomenti su cui discutere. A seguire, un altro tema caldo, ovvero quello sulla legalizzazione della cannabis. Sabato 3 settembre alle 18 sarà la volta della legge “Dopo di noi” e alle 21:30 si farà il punto sul Patto per la Salute. Domenica alle 17:00 il tema sanitario al centro del confronto politico sarà invece quello relativo ai vaccini. continua a leggere »

180 milioni per gli ospedali lombardi. Grazie a…

13 maggio 2016 di fabio pizzul

Maroni ha annunciato in pompa magna l’arrivo di nuovi fondi per gli ospedali lombardi. Si tratta di quanto stabilito dal settimo accordo di programma quadro per l’edilizia sanitaria per complessivi 21 interventi in Lombardia e quasi 181 milioni di euro in arrivo.
Niente male, ma Regione Lombardia… continua a leggere »