Archivio tag: moto

Le moto invece che sui sentieri, tornano in commissione

8 aprile 2014 di fabio pizzul

Sulle moto e i boschi, nulla di fatto  in consiglio. Il provvedimento che intendeva aprire a una maggiore tolleranza per le moto su sentieri e mulattiere, oltre che alla possibilità di tagliare boschi che abbiano meno di trent’anni di “anzianità”. Alla fine ha avuto ragione il Pd: quella legge, così com’è, non va bene. E la maggioranza, suo malgrado e forse anche spaccata, ha deciso di far tornare il provvedimento in Commissione Agricoltura. Anche sull’onda del movimento popolare sollevato dalle associazioni, da quelle ambientaliste al Cai, le modifiche al testo unico in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale, che con la scusa di regolare le gare di moto fuoristrada sui sentieri di montagna tentava di portare a 30 anni la possibilità di intervenire sui boschi naturali senza compensazioni, non sono state trattate oggi, martedì 8 aprile 2014, in Consiglio regionale. E la decisione di ritirare la norma e rinviarla per il momento in Commissione – ma dopo le elezioni, ci hanno tenuto a sottolineare tutti gli esponenti di maggioranza – è venuta dopo la presentazione della pregiudiziale di merito (significa che si ritiene che un argomento non debba essere trattato, ndr) da parte del Gruppo regionale del Pd.

A questo punto, pensiamo a una “Vertical Moto sprint” in Lombardia

8 aprile 2014 di fabio pizzul

Se dovesse passare l’idea che con la moto si possono percorrere, senza troppi problemi, sentieri e mulattiere di montagna, non vedo perchè non si possa promuovere una nuova versione della “Vertical Sprint” che ha visto, fino al 2011, appassionati di corsa sfidarsi prima lungo le scale del Pirellone e poi di Palazzo Lombardia.
Chiederò una deroga (tanto ormai è di moda) affinchè ci possa essere una “Vertical moto sprint” riservata alle moto.
Se la “Vertical sprint” pedestre si è interrotta nel 2012 causa mancanza fondi, magari la versione motorizzata potrebbe avere maggiore fortuna…
D’altronde, se il passaggio delle moto non crea problemi ai sentieri, perché dovrebbe crearli alle solide scale di Palazzo Lombardia e Pirellone?
Nel frattempo, ho tentato qualche prova, ma temo di non avere il mezzo adatto.

20140407_183832

P.S.
Spero che nessuno prenda sul serio questa mia provocazione!
Quanto agli appassionati di motocross, penserei opportuno individuare aree loro riservate (con tutti i servizi e le strutture di sicurezza necessarie) piuttosto che proporre deroghe che hanno tanto il sapore di un “liberi tutti” che credo finirebbe per creare disagi e problemi più che risolverli.

Tuteliamo boschi e sentieri. No a nuove deroghe.

8 aprile 2014 di fabio pizzul

Arriva oggi all’esame dell’Aula del Consiglio regionale il Pdl 124 che ha come titolo un generico “Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 5 dicembre 2008, n. 31 (Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale)”.
Il progetto di legge ha due finalità: il recupero di aree agricole abbandonate e ora diventate boschive e la regolamentazione del transito dei mezzi a motore sui sentieri e le strade agro-silvo-pastorali.
Ha fatto molto discutere soprattutto la seconda questione, ma anche la prima desta molte preoccupazioni. continua a leggere »