Archivio tag: Lombardia

AC Lombardia: la politica è un fatto serio e non va banalizzato

20 febbraio 2018 di fabio pizzul

Un appello a non demordere, a non lasciarsi vincere dallo sconforto e ad esercitare il proprio diritto dovere di voto.
Lo lancia l’Azione Cattolica lombarda in un documento firmato da tutti i presidenti delle associazioni diocesane della Lombardia. Dalla più antica delle associazioni ecclesiali laicali giunge anche un invito a informarsi, a confrontarsi e a scegliere le persone, soprattutto laddove i candidati sono più collegati al territorio, come nei collegi uninominali di Camera e Senato, e quando è possibile esprimere una preferenza, come accade per le elezioni regionali.
Vi lascio alla lettura del

Documento integrale

Cyberbullismo, una legge sospesa

7 febbraio 2018 di fabio pizzul

Dallo scorso mese di febbraio la Lombardia ha una legge dedicata alla prevenzione e al contrasto del cyber bullismo. Una bella soddisfazione, anche perché sono stato il primo firmatario, nell’autunno del 2014, della proposta da cui nasce la legge. Ogni legge ha però bisogno di essere adeguatamente applicata e, soprattutto, finanziata.
continua a leggere »

La lista ufficiale del PD per le regionali a Milano

29 gennaio 2018 di fabio pizzul

La direzione regionale del Partito Democratico lombardo ha approvato questa sera le liste delle diverse circoscrizioni per le elezioni regionali del prossimo 4 marzo.
Ecco i nomi per la circoscrizione di Milano…

1 – Pietro Bussolati
2 – Paola Bocci
3 – Carlo Borghetti
4 – Lorena Croatto
5 – Fabio Pizzul
6 – Anna De Censi
7 – Stefano Bassi
8 – Tea Del Vecchio
9 – Emilio Berti
10 – Kaoter El Bohumi
11 – Gabriele Colombo
12 – Maria Silvia Fiengo
13 – Papa Dieng
14 – Nadira Haraigue
15 – Alberto Fulgione
16 – Isabella Ippoliti
17 – Alessandro Giungi
18 – Piera Landoni
19 – Andrea Monguzzi
20 – Simona Piccolo
21 – Charles Niranjan Modarage
22 – Lucia Rocca
23 – Roberto Sanna
24 – Carmela Rozza
25 – Alfredo Zini
26 – Marisa Sestagalli

L’ordine è già definito per quanto riguarda i nomi maschili; l’elenco potrà subire variazioni per le prime posizioni dei nomi femminili.

In bocca al lupo a tutti coloro che hanno scelto di “metterci la faccia”; spero davvero di poter contribuire con tutti a portare più voti possibili al PD e a dare così una spinta decisiva all’affermazione di Giorgio Gori in Lombardia.

Che sorpresa in Metropolitana!

23 gennaio 2018 di fabio pizzul

Chi ha preso la metropolitana questa mattina a Cassina de’ Pecchi (linea 2) si è trovato di fronte una sorpresa: il faccione di un politico faceva bella mostra di sè. Che c’è di strano? siamo ormai in campagna elettorale, direte voi. La cosa strana è che lo spazio in questione è da anni riservato alla comunità pastorale (le parrocchie) Maria Madre della Chiesa che paga una quota annuale (non irrilevante) per poterlo utilizzare per la proprie comunicazioni.

La parrocchia ha subito precisato oggi che “non è uno spazio per libere affissioni, ma uno spazio della comunità pastorale e nessuno ha diritto di attaccare propri manifesti o messaggi politici. E soprattutto” continua la nota “sia chiaro che la Comunità Pastorale non dà autorizzazione a nessuno di attaccare manifesti politici (di qualsiasi colore siano)”.

Il diretto interessato non sarà al corrente di nulla, ma è proprio una cosa antipatica, scorretta e, soprattutto, illegale.

Codice per alloggi turistici: operazione di burocrazia o di trasparenza?

21 gennaio 2018 di fabio pizzul

L’offerta recettiva della Lombardia è molto cresciuta negli ultimi anni.
Un dato positivo che ha sicuramente favorito il vero e proprio boom turistico di Milano e la crescita anche nel resto della regione.
L’offerat si va articolando sempre più: oltre agli alberghi, ai bed&breakfast, alle case vacanze, si stanno diffondendo, soprattutto grazie alle piattaforme on-line (la più celebre è Airbnb), anche le locazioni turistiche di appartamenti messi a disposizione da privitai che non svolgono attività turistica imprenditoriale. continua a leggere »

Ecco la lista del PD a Milano per le regionali 2018

20 gennaio 2018 di fabio pizzul

Il 4 marzo sarò nuovamente candidato nella lista del Partito Democratico per le elezioni regionali in Lombardia.
Ringrazio per la fiducia la Direzione metropolitana che ieri ha approvato la proposta di candidati, che sarà integrata da quattro nomi indicati dal partito regionale.
Il segretario regionale Alessandro Alfieri ha proposto come capolista l’attuale segretario metropolitano Pietro Bussolati. continua a leggere »

Il compitino della Lombardia sui tirocini

19 gennaio 2018 di fabio pizzul

La Giunta regionale ha approvato i nuovi indirizzi per lo svolgimento di tirocini in Lombardia. Un atto che arriva con un ritardo di sei mesi rispetto alla scadenza prevista e che non ha neppure potuto contare sul parere della commissione consiliare competente (la IV – Attività Produttive), visto che nell’ultima seduta utile la maggioranza non è riuscita a garantire il numero legale per il voto in commissione. Una vera assurdità, perché ha impedito la presentazione di qualsiasi osservazione al testo proposto dalla Giunta.
Gli indirizzi hanno alcune novità interessanti, ma anche alcune evidenti storture.
Dalla regione che ospita il maggior numero di tirocinanti ci si poteva aspettare qualcosa di meglio. continua a leggere »

Razza bianca lombarda? Mi auguro sia solo un incidente di percorso.

15 gennaio 2018 di fabio pizzul

Il candidato presidente per la Lombardia Attilio Fontana domenica mattina, durante un’intervista a Radio Padania, ha esplicitato la sua visione sull’immigrazione:
“E’ un discorso demagogico e inaccettabile quello di dire che dobbiamo accettarli, è un discorso a cui dobbiamo reagire, dobbiamo ribellarci: non possiamo accettarli tutti. Vorrebbe dire che non ci saremmo più noi come realtà sociale e etnica, perché loro sono molti più di noi, perché loro sono molto più determinati di noi nell’occupare questo territorio. Di fronte a queste affermazioni dobbiamo ribellarci, non possiamo accettarle, perché qui non è questione di essere xenofobi o razzisti, ma logici e razionali: non possiamo perché tutti non ci stiamo, quindi dobbiamo fare delle scelte, decidere se la nostra etnia, razza bianca, società deve continuare ad esistere o deve essere cancellata, è una scelta. Se la maggioranza degli italiani dovesse dire noi vogliamo autoeliminarci vorrà dire che noi che non vogliamo autoeliminarci ce ne andiamo da un’altra parte.”

Dietro un apparente buon senso, si cela l’idea di una società pura di fronte a un’invasione di soggetti impuri e minacciosi che mirerebbero ad occupare il nostro territorio e a cancellare la nostra identità.
Ma di quale identità stiamo parlando?
Forse quella etnica evocata nelle dichiarazioni rese dal candidato leghista?
Ma di quale etnia stiamo parlando?
Di quella celtico padana forse?
Oppure di quella romano etrusca?
O forse di quella austro-ispano-francese?
E vogliamo dimenticare quella terrona?
Che cosa c’è di più meticcio della popolazione lombarda?
Ma non vado oltre per non dare troppo peso alle parole, che mi auguro lui stesso ritenga avventate, di Attilio Fontana.
Sapete qual è il problema?
E’ che quanto detto martedì mattina a Radio Padania potrebbe addirittura fargli guadagnare qualche voto.
A forza di agitare paure e minacce, ci stiamo convincendo di essere davvero sotto assedio e rischiamo di finire per credere che l’odio verso i diversi diventi una sorta di legittima difesa.
Difesa da che cosa poi?
Temo che l’unica cosa da cui dovremmo imparare a difenderci sia la follia di chi vuole farci credere che il mondo possa essere diviso in puri e impuri e che l’identità sia qualcosa di rigido e immutabile da utilizzare contro altri che devono sempre e solo essere considerati delle minacce solo perché diversi da noi.
Parlare di razza bianca che rischia di essere cancellata è un’enorme baggianata che rischia di diventare un’ombra inquietante su una società come quella lombarda che è sempre stata aperta ed accogliente.
Detto questo, l’accoglienza di coloro che arrivano nel nostro Paese deve essere gestita con maggiore razionalità e gli arrivi devono essere sottratti alle rotte dei trafficanti di uomini.
E’ quanto si sta tentando di fare negli ultimi mesi, senza abdicare a quell’umanità che ha sempre caratterizzato il nostro Paese e che pare essere stata totalmente smarrita, almeno nelle dichiarazioni rese domenica mattina a Radio Padania.
Mi auguro che le parole di Attilio Fontana siano state un incidente di percorso.

Lo scippo sventato. Arriva la legge per le emittenti locali lombarde

12 gennaio 2018 di fabio pizzul

Scrivevo un paio di giorni fa di 70mila euro che la Giunta aveva fatto suoi, nonostante il Consiglio li avesse destinati al finanziamento di una nuova legge a sostegno dell’emittenza locale lombarda. La situazione si è, per fortuna, chiarita e la legge per le radiotelevisioni locali ha ottenuto ieri il via libera dalle commissioni Attività produttive e Bilancio.

continua a leggere »