Archivio tag: carcere

Carcere e stranieri: una strada senza uscita

28 novembre 2017 di fabio pizzul

Questa mattina ho partecipato, nel carcere di Opera, a un incontro di presentazione di un dossier sugli stranieri africani in carcere pubblicato dal mensile “Nigrizia”. Oltre a proporre i dati riguardo la crescente presenza di africani nelle nostre carceri, l’incontro ha permesso di ascoltare i racconti di alcuni detenuti che hanno confermato come, per molti di loro, il carcere è stato un approdo quasi inevitabile. Il carcere si basa su regole stabilite nel 1975, ma da allora il mondo, e con esso le dinamiche migratorie, sono completamente cambiati. Il carcere diventa spesso oggi una sorta di parcheggio per persone che non possono accedere a pene alternative perché prive di riferimenti sociali e familiari in Italia.
Il dossier di “Nigrizia”
continua a leggere »

Nuova legge per un carcere più aperto al territorio

14 novembre 2017 di fabio pizzul

E’ stata approvata oggi in Consiglio regionale, con il voto favorevole del Pd, la legge di revisione della Legge 8/2005 ossia quella che disciplina la tutela delle persone sottoposte a provvedimento dall’Autorità giudiziaria. Le risorse messe a disposizione non sono sufficienti, ma la nuova legge riconosce le attività fatte nelle carceri nel campo della formazione e dell’accompagnamento lavorativo e il contributo del volontariato. continua a leggere »

Accompagnare i condannati sul territorio

18 ottobre 2017 di fabio pizzul

Sfido chiunque a considerare la presenza di un condannato come elemento di potenziale maggiore sicurezza per un territorio. Eppure i dati sono chiarissimi: la recidiva di un reato si riduce al 17% se si adottano misure alternative, mentre è del 67% se la detenzione viene scontata dietro le sbarre fino a fine pena. Sono dati che emergono da una ricerca commissionata dal Sole 24 Ore nel 2014. Per misure alternative si intendono modalità di esecuzione della pena che consentono ai soggetti che abbiano subìto una condanna definitiva di scontare tutta la pena (o una parte di essa) fuori del carcere. Regione Lombardia da anni prevede misure per favorire il reinserimento dei detenuti e proprio oggi in commissione Bilancio è stata approvata la norma finanziaria della nuova versione della legge “Disposizioni per la tutela delle persone sottoposte a provvedimento dell’Autorità giudiziaria”. Mi sono astenuto, perché il finanziamento previsto è troppo esiguo e ammonta a circa 1.600.000 euro annui, ben al disotto della soglia minima di 2 milioni che ci è stato detto essere il minimo per mantenere le attività fin qui svolte.
continua a leggere »

Un appello dal carcere Bollate: serve un videoproiettore per non cancellare il cineforum

22 settembre 2017 di fabio pizzul

Dai volontari della Sesta Opera San Fedele che operano nel carcere di Bollate giunge una richiesta che faccio volentieri girare nella speranza che possa trovare qualche risposta.

“Nel 3° Reparto, da circa un anno abbiamo avviato l’attività di cineforum che ha già visto il completamento di due cicli con un discreto successo, speravamo di poter iniziare il terzo ciclo nel prossimo autunno, ma purtroppo nel mese di maggio si è rotto il proiettore del quale avevamo avuto la disponibilità da parte del carcere; la richiesta di riparazione ad oggi, purtroppo, non ha visto la concretizzazione e si presume che i tempi saranno ancora piuttosto lunghi. Abbiamo fatto circolare la voce tra le nostre conoscenze per la richiesta di un videoproiettore in donazione, comodato o altro, ma ad oggi non sono pervenute risposte e quindi continuiamo a far circolare la voce per la richiesta anche con questa”.
I volontari della Sesta Opera a Bollate

Se qualcuno potesse dare una mano, credo sarebbe davvero un’opera buona.
Chi avesse qualche idea, mi contatti: farò da tramite con i volontari.

Carcere di Monza: un nuovo spazio per lo sport e una sfida per il territorio

25 maggio 2017 di fabio pizzul

Lo sport si fa largo nelle carceri lombarde. E’ stato inaugurato oggi all’interno del carcere di Monza un nuovo spazio dedicato all’attività fisica e ricreativa. Si tratta di un campetto per il basket e il volley realizzato grazie all’iniziativa del CSI. Alla presentazione erano presenti due grandi dello sport italiano come Emiliano Mondonico e Charlie Recalcati che hanno guidato le due partitelle dimostrative di basket e calcetto. continua a leggere »

Una serata in carcere a favore dei bimbi di Cascia e Santo Domingo

15 maggio 2017 di fabio pizzul

Uno spettacolo teatrale in carcere pensando ai bambini di Cascia e della Repubblica Dominicana.
Sul palco del carcere di Opera (MI) la compagnia stabile dei detenuti che presenterà due opere di Pirandello: “La patente” e “Bellavita”.
Sotto la direzione di Francesco Guerrieri, psichiatra e regista, i detenuti proporranno una rappresentazione che per loro, prima ancora che occasione artistica, è un percorso di crescita umana in cui il teatro rappresenta un luogo terapeutico e privilegiato per sperimentare ed esprimere relazioni.
Tutto il ricavato (donazione minima 20 €) andrà alla Fondazione Rava per due progetti a favore dei minori colpiti dal terremoto a Cascia e dei bambini disabili a Santo Domingo.
Prenotazione obbligatoria entro il 19 maggio secondo le indicazioni presenti nel seguente
link

 

Carceri: un mondo ancora pieno di problemi

5 aprile 2017 di fabio pizzul

Un anno fa, l’8 marzo 2016 il Comitato dei ministri del Consiglio d’Europa archiviava la procedura contro l’Italia in tema di sovraffollamento carcerario. Pochi giorni fa, il 21 marzo 2017, il Garante Nazionale dei detenuti ha presentato al Parlamento la sua prima relazione che evidenzia ancora parecchie criticità. La situazione delle carceri è sicuramente migliorata, ma non si può certo dire che la dignità delle persone recluse sia sempre rispettata. continua a leggere »

Uno sportello per il lavoro nel carcere di Opera

31 marzo 2017 di fabio pizzul

“Non solo un servizio, ma un modo per rileggere il processo con cui ci si prende carico dei problemi personali dei detenuti che finiscono la pena”. Con queste parole il direttore del carcere di Opera Giacinto Siciliano ha presentato ufficialmente lo sportello lavoro del “Centro per l’impiego” attivo nel carcere metropolitano in collaborazione con l’Afol, l’agenzia per la formazione e il lavoro di Città Metropolitana. E’ il primo di tre sportelli previsti dalla sperimentazione avviata dai ministeri della Giustizia e del Welfare. Gli altri due verranno attivati nelle carceri di Trani e Sant’Angelo dei Lombardi. All’inaugurazione erano presenti anche il ministro Poletti e l’assessore regionale Aprea.
continua a leggere »

Fa’ la cosa giusta: un dolce riscatto

13 marzo 2017 di fabio pizzul

Si è chiusa, con una grande partecipazione, l’edizione 2017 di “Fa’ la cosa giusta”.
Ora le idee e le esperienze che si sono raccontantate e incontrate in fiera tornano alla loro vita quotidiana che cambia il nostro modo di vivere e di guardare al futuro.
Come accade, ad esempio, in tante carceri italiane.

Brescia: un carcere da non abbandonare

16 gennaio 2017 di fabio pizzul

Brescia chiede un nuovo carcere, ma Canton Mombello non può essere abbandonato.
E’ l’appello che la commissione regionale carceri ha raccolto durante una visita alla casa circondariale bresciana.
Il ministro Orlando, nelle scorse settimane, ha promesso di sbloccare la situazione, ma l’eventuale nuovo carcere non sarebbe pronto se non tra quattro o cinque anni. Nel frattempo non si può far finta di nulla: chi lavora a Canton Mombello e chi ci “abita” (suo malgrado) sopportano ogni giorno condizioni molto pesanti. continua a leggere »