Archivio tag: beppe sala

Il sindaco Sala a proposito del processo per la “Piastra” di Expo

5 dicembre 2017 di fabio pizzul

Rilancio una comunicazione da parte di Beppe Sala, Sindaco di Milano

Il 14 dicembre è fissata l’udienza preliminare nel procedimento relativo alla presunta retrodatazione di un atto della gara d’appalto della “Piastra” di Expo Milano 2015. Sono trascorsi più di cinque anni dai fatti che mi vengono imputati e le indagini preliminari, pur protratte per un periodo di tempo inusualmente lungo, non hanno evidenziato alcun elemento di prova idoneo a supportare l’accusa che mi viene mossa. In tanti atti è possibile leggere che mai nessuno è stato favorito, ma che l’unica finalità perseguita è stata quella di garantire il rispetto dei tempi per l’apertura dell’Esposizione Universale.
Quegli stessi fatti, del resto, erano già stati valutati come privi di rilevanza penale sia dalla Guardia di Finanza delegata alle indagini, sia dalla stessa Procura della Repubblica di Milano.
Poiché sono certo che verrà riconosciuta la mia innocenza ed è mia intenzione accelerare quanto più possibile i tempi del processo, ho dato mandato ai miei legali affinché chiedano che si proceda con giudizio immediato.
Si tratta della modalità più rapida che la legge processuale prevede per arrivare velocemente all’accertamento nel merito delle ipotesi di accusa attraverso il vaglio dibattimentale.
Da oggi il mio auspicio è che si arrivi in tempi rapidi ad accertare la verità e, quindi, la mia assoluta estraneità ai fatti contestati. Ho sempre agito per il bene comune e continuerò a farlo.

Credo che siano parole molto chiare e nette.
Non posso che apprezzare l’atteggiamento del sindaco di Milano.
Mi auguro che possa chiarirsi in via definitiva questa lunga vicenda.

La Rai ha bisogno di Milano, ma deve darsi una mossa

7 ottobre 2017 di fabio pizzul

La Rai non può fare a meno di Milano, ma per troppi anni ha dimenticato il centro di produzione di Corso Sempione. Ora è tempo di iniziare progetti nuovi o il futuro della TV pubblica nel capoluogo lombardo potrebbe diventare un problema. Si è tenuto ieri, a Palazzo Pirelli, il convegno organizzato dal Gruppo regionale del Pd ‘La Rai e Milano, un futuro da costruire subito’, con Enrico Brambilla, capogruppo, l’on. Vinicio Peluffo, membro della Commissione di vigilanza Rai, Francesco Aufieri, segretario generale della Slc-Cgil Milano, e Andrea Corbella della Rsu Rai. A me il compito di condurre l’incontro. Grande assente il responsabile del centro di produzione Tv Rai di Milano, Pietro Gaffuri. continua a leggere »

Sala torna sindaco: la sua lettera ai milanesi

20 dicembre 2016 di fabio pizzul

Irrituale e coraggiosa. Non mi sentirei di definire altrimenti la scelta fatta dal sindaco di Milano Beppe Sala riguardo la sua auto-sospensione, ora terminata. Il sindaco (per fortuna posso ancora chiamarlo così) ha scelto di non subire quella che si annunciava come una possibile gogna mediatica. I magistrati fanno il loro dovere, ma le conseguenze mediatiche e politiche rischiano di andare molto al di là della dimensione di garanzia che caratterizza l’iscrizione nel registro degli indagati. continua a leggere »

Milano riparte dalla famiglia

30 giugno 2016 di fabio pizzul

Un inizio all’insegna della famiglia. Il primo provvedimento della Giunta Sala a Milano è una card di maternità per le mamme e i papà di tutte le nuove nate e i nuovi nati a Milano e un pacco dono di benvenuto per tutti i bebè. Un piccolo segnale di impegno contro la detanatalità, una vera e propria piaga per Milano e l’Italia intera. continua a leggere »

I nomi e le deleghe della giunta Sala

27 giugno 2016 di fabio pizzul

Giunta Sala

Qualche indicatore di lettura tra il serio e il faceto (con qualche licenza “politica”)

assessori “uscenti”, ovvero provenienti dalla giunta Pisapia: 6
deleghe confermate rispetto a giunta precedente: 3 (con qualche aggiunta e modifica)
nuovi ingressi PD: 1
tecnici: 3
in quota ad altri partiti o liste: 2

dati “anagrafici”:
donne – 5
uomini – 7
cinquantenni – 5 + 1 (Sala)
trentenni – 3
quarantenni – 4
Roberta/o batte Pierfrancesco 3 a 2

equilibri interni al PD (tutti da verificare)
renziani delle varie ore – 3
sinistra-dem – 2
sinistra e cambiamento – 1

 

La giunta Sala – con un augurio di buon lavoro “rubato” a un neo-assessore

27 giugno 2016 di fabio pizzul

Beppe Sala ha presentato la nuova giunta di Milano.
Non credo sia un caso che sia stato il primo sindaco di grande città a farlo.
Mi pare una squadra ben assortita e tutt’altro che asservita a logiche di partito (al contrario di quanto dichiarato prontamente da Stefano Parisi che, per inciso, avrebbe avuto molti più problemi a comporre la squadra). continua a leggere »

Le tante Milano a cui dare ascolto e risposte (viste dai mercati)

21 giugno 2016 di fabio pizzul

Le analisi sul voto milanese hanno evidenziato una frattura tra centro e periferie. Mi pare una lettura un po’ semplicistica, anche perché Milano è ormai città composita, dove il confine tra centro e periferia non corre lungo l’ormai “vecchia” circonvallazione della 90/91, ma è molto più frastagliato e articolato. Milano è tante città con differenze che si manifestano nel giro di poche centinaia di metri e con diverse comunità territoriali che rischiano di non incontrarsi mai e di non comunicare tra loro. continua a leggere »

Beppe Sala è il nuovo sindaco di Milano

20 giugno 2016 di fabio pizzul

Missione compiuta.
Dopo un percorso durato mesi, il centrosinistra si conferma alla guida di Milano.
Solo sei mesi fa sembrava una formalità. Nulla di più falso.
E’ stata una sfida difficile, decisa solo da un ballottaggio incerto quant’altri mail a Milano.
Merito e gratitudine a Beppe Sala, che si è speso fino in fondo in una sfida difficile.
Grazie a tutti coloro che in questi mesi hanno speso tempo ed energie per raccontare ai milanesi che valeva la pena scommettere ancora sul PD e sul centrosinistra.
Complimenti a Stefano Parisi, sconfitto di poco: è riuscito a rianimare un centrodestra che pareva fuorigioco a Milano e si è dimostrato un ottimo candidato, nonostante il pesante fardello (i partiti che lo sostenevano) che aveva sulle spalle.

Complimenti a Beppe Sala e ai nuovi consiglieri comunali.
Milano non poteva permettersi di buttare via il lavoro fatto negli ultimi 5 anni.
E’ il momento della soddisfazione (e di tirare un sospiro di sollievo).
Poi saranno necessarie analisi serie su quanto accaduto in questi mesi.