Il no a Milano Pride 2018: un errore che causa solo inutili divisioni

21 maggio 2018 di fabio pizzul

Oggi l’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale ha negato la concessione del patrocinio gratuito alla manifestazione Milano Pride 2018, in programma per il 30 giugno prossimo. Il patrocinio è stato bloccato con tre voti contro (Forza Italia e Lega). A favore Pd e Movimento 5 stelle.
Credo si tratti di un grave errore della maggioranza, generato solo da motivi ideologici e di parte.
Sarebbe stato doveroso per la Regione riconoscere il valore di una manifestazione che promuove la tolleranza.
Riconoscere i diritti e sostenere chi li difende incrementa il capitale sociale e non danneggia nessuno.
Un’istituzione come il Consiglio regionale non può continuare a dividere e deve rappresentare tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *