40 anni fa l’assassinio di Aldo Moro

9 maggio 2018 di fabio pizzul

Quarant’anni fa veniva ritrovato il corpo di Aldo Moro. L’intero Paese era sconvolto dall’epilogo drammatico di una vicenda che ha rappresentato uno dei punti più critici di un vero e proprio attacco allo Stato. Le istituzioni riuscirono a reggere, nonostante le evidenti contraddizioni di una politica smarrita e sempre più debole. Credo che Moro fu colpito anche perché era uno dei pochi a proporre un pensiero che andasse oltre la gestione del contingente e tentava di uscire, facendo politica, da una situazione di stallo sociale ed economico. C’era chi, in un delirio di follia, immaginava di cambiare le cose con la violenza e trovò nella vicenda Moro l’inizio della propria sconfitta.
Per i giovani oggi Moro è un personaggio del passato e ha poco da dire a una società che pare aver abbandonato ogni capacità di riflettere sul proprio passato e crede, anche a livello politico, di poter esprimere un cambiamento come se nulla fosse accaduto prima.
Per questo è importante fare memoria e recuperare le riflessioni, gli errori e non dimenticare il dramma che colpì l’Italia quel 9 maggio 1978, che ci privò di uno dei politici più lucidi e profondi della storia repubblicana e interruppe un tentativo di modernizzare il Paese.
In una realtà misurata ormai sul millisecondo, i tempi e i modi del fare politica di Aldo Moro sembrano appartenere a un’altra era, ma non possiamo permetterci di disperdere il patrimonio ideale, la profondità e la capacità di argomentare che lo statista pugliese ha dimostrato nella sua esperienza accademica e politica.
Si poteva non condividere le scelte politiche di Moro, ma non si poteva non lasciarsi provocare dalle sue riflessioni, che mantenevano fisso un orizzonte alto e la consapevolezza che il bene comune (altro termine oggi finito inopinatamente fuori moda) dovesse rimanere la priorità di fronte alle pur legittime aspirazioni personali.

Per fare memoria, in questo giorno, vi propongo, dal sito di padre Occhetta, le parole di Paolo VI al funerale di Aldo Moro

La struggente preghiera di Paolo VI al funerale di Aldo Moro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *