Il 4 marzo le elezioni regionali. Atteso per domani il decreto della Prefettura.

3 gennaio 2018 di fabio pizzul

Da alcuni contatti informali tra il Consiglio regionale e la Prefettura di Milano si è appreso che domani, 4 gennaio, sarà adottato il decreto di indizione delle elezioni regionali per il prossimo 4 marzo.
Ci sarà, dunque, l’election day in Lombardia.

Questo fa sì che la legislatura regionale si concluda il prossimo 18 gennaio, ovvero 45 giorni prima delle nuove elezioni.
Domani è l’ultimo giorno utile per creare nuovi gruppi consiliari o modificare i nomi degli esistenti, così da poter poi presentare liste che non debbano procedere alla raccolta delle firme. Sono già state presentate richieste per la costituzione di due nuovi gruppi per il centrodestra (Energie per l’Italia e Insieme per l’Italia) e di due nuovi gruppi per il centrosinistra (Obiettivo Autonomie per la Lombardia e Alleanza popolare), oltre alle richieste di cambio nome per due liste di minoranza (Patto civico Ambrosoli in Lista Gori e Insieme per la Lombardia in Progressisti per la Lombardia). **Non sono certo dei nomi di questi nuovi gruppi che ho citato a memoria**
Fino al 18 gennaio il Consiglio regionale sarà nel pieno delle sue funzioni, mentre per i successivi 45 giorni e fino alla prima convocazione dell’assemblea che sarà eletta il 4 marzo rimarrà in carica solo per atti indifferibili e urgenti.
Il Consiglio, al momento, è convocato per 4 sedute, il 9, il 10, il 16 e il 17 gennaio.
L’unica seduta che ha già un ordine del giorno è quella del 9 gennaio, dedicata a QT (interrogazioni a risposta immediata), interpellanze e mozioni.
Come PD presenteremo i seguenti atti:
– mozione per garantire la continuità del servizio dei centri per l’impiego delle Afol di Milano e Monza e Brianza
– question time su: pagamento misura Asili nido gratis, disponibilità di alcuni farmaci in regione e operatività dell’aeroporto di Bresso.
Per decidere lo svolgimento e temi delle eventuali sedute successive, i capigruppo si riuniranno lunedì 8 gennaio.
Tra i provvedimenti che potrebbero arrivare alla discussione in aula:
– tutela vittime di incidenti in servizio
– sostegno delle imprese radiotelevisive locali
– nuove norme per il termalismo in Lombardia
– misure contro la delocalizzazione (revoca contributi pubblici)
– diminuzione numero firme necessarie per la presentazione delle liste alle elezioni regionali
Lunedì 8 gennaio si capirà quali di questi provvedimenti potrebbero arrivare effettivamente alla discussione dell’aula.

Un commento su “Il 4 marzo le elezioni regionali. Atteso per domani il decreto della Prefettura.

  1. Pingback: Election Day: per le Regionali della Lombardia si vota il 4 marzo con le Politiche – La Scommessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *