Gentiloni a Cernusco per il via all’anno scolastico

11 settembre 2017 di fabio pizzul

Una scuola dell’infanzia, un asilo nido e una scuola primaria con, in prospettiva, la possibilità di realizzare un edificio per la secondaria di primo grado. E’ il nuovo polo scolastico di Cernusco sul Naviglio, inaugurato questa mattina alla presenza del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Si tratta del più grosso tra i progetti lanciati a livello nazionale nel 2014 del Governo Renzi nell’ambito dell’iniziativa “Scuole nuove”.

Il polo scolastico di via Goldoni nasce eco-compatibile: è completamente autosufficiente dal punto di vista energetico ed è stato realizzato con un materiale innovativo frutto di un mix ecologico tra legno e cemento ideato in Portogallo e utilizzato per la prima volta in Italia.
L’edificio è stato progettato per essere in relazione con il quartiere, dove sono sorte molte nuove abitazioni, e si propone come uno spazio pubblico che potrà mettere in contatto, secondo l’idea della scuola aperta, le diverse scuole e gli abitanti del territorio.
Il sindaco Ermanno Zacchetti, dopo aver ringraziato tutti coloro che hanno collaborato al progetto, dagli architetti al suo predecessore Eugenio Comincini, ha sottolineato come il complesso scolastico sia la più grande opera pubblica mai realizzata a Cernusco sul Naviglio e come sia stata finanziata, grazie allo sblocco del patto si stabilità concesso dal governo Renzi, interamente con risorse già disponibili, senza ricorrere a nuovo debito. Il sindaco si è detto anche orgoglioso di poter consegnare alla città un patrimonio che guarda al futuro e alle nuove generazioni.
Il presidente Gentiloni, ricordando all’inizio del suo intervento le vittime dell’alluvione di Livorno, ha ribadito come la scuola debba essere la priorità delle priorità per un Paese che voglia davvero guardar con maggiore fiducia al futuro. Il progetto di Cernusco, ha continuato il premier, è la dimostrazione di come si possa investire in infrastrutture sostenibili, che promuovano la qualità della didattica e della formazione e coniughino l’efficienza con la bellezza. Gentiloni ha voluto anche sottolineare l’attenzione all’ambiente: la sfida dei cambiamenti climatici è sì affidata ai grandi della Terra, ma parte da una quotidianità che trova il suo fulcro nella scuola e nella progressiva presa di coscienza delle nuove generazioni.
Al taglio del nastro erano presenti molti sindaci della Martesana, il prefetto di Milano, la vicesindaca Censi in rappresentanza della Città Metropolitana e la direttrice scolastica regionale Campanelli accompagnata dal dirigente territoriale Bussetti. La regione è stata indegnamente e non ufficialmente rappresentata dal sottoscritto, visto che nessuno della Giunta ha pensato opportuno rispondere all’invito e presenziare alla cerimonia di inaugurazione: una distrazione non proprio elegante, vista anche la presenza del Presidente del Consiglio.

Un commento su “Gentiloni a Cernusco per il via all’anno scolastico

  1. Alberto Farina

    Mi fa piacere, da insegnante, l’inaugurazione di un edificio scolastico così all’avanguardia. Segnalo solo che, considerata la fortissima vicinanza fra Renzi e l’ex sindaco Comincini, la possibilità di derogare dal patto di stabilità, in sé assolutamente sensata, mi pare un regalo… Quanti Comuni vorrebbero utilizzare risorse congelate dal patto di stabilità?

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *