Aperture festive: va bene tutto, ma… Almeno Pasqua!

12 aprile 2017 di fabio pizzul

Ha fatto molto clamore la scelta di un outlet piemontese di mantenere aperti i negozi nel giorno di Pasqua. Tanto più perchè la proprietà ha scelto di inserire nella mail con cui comunicava agli esercenti la decisione l’espressione per “agevolare le famiglie alla visita del centro”.
Alle aperture domenicali ormai ci siamo tristemente abituati, ma il rispetto di alcune festività religiose e civili dovrebbe essere garantito, così come l’idea che il riposo sia un elemento fondamentale della vita e un conseguente diritto.
La Lombardia è stata spesso battistrada, se non apripista, di liberalizzazioni senza freno. Forse è opportuno un supplemento di riflessione su quanto sta accadendo.

Per questo come PD abbiamo depositato una mozione che chiede alla Giunta regionale di promuovere un confronto sulla disciplina delle aperture domenicali e, soprattutto, di promuovere accordi territoriali che salvaguardino le principali festività religiose e civili.

mozione chiusure festive

La mozione verrà discussa nella prossima seduta di Consiglio che si terrà mercoledì 19 aprile.
Non servirà certo ad evitare l’apertura pasquale dell’outlet (che non è neppure in Lombardia), ma spero possa indurre a riflettere sulla necessità di porre un limite alla totale liberalizzazione dei giorni di apertura: l’obiettivo dei 365 all’anno è ormai a portata di mano, visto che il citato outlet è a quota 363. Siamo sicuri che sia un traguardo sensato?
Mi auguro, almeno, che le famiglie che sceglieranno di passare la loro Pasqua all’outlet siano davvero poche, così che anche i proprietari del centro possano fare qualche conto sull’effettiva convenienza della loro scelta. Ma anche su questo fronte temo che ci potranno essere amare sorprese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *