Sugli ex operatori del call center regionale è calato il silenzio

7 marzo 2017 di fabio pizzul

Passano le settimane, ma la situazione dei 19 ex dipendenti che gestivano le risposte ai social network di Regione Lombardia non cambia. Nessun pagamento degli stipendi arretrati, nessun versamento dei contributi INPS dovuti e nessuna opportunità di ricollocazione occupazionale.
Regione Lombardia si era impegnata a farsi carico degli stipendi dovuti e a sottoporre alla nuova società che gestisce tutti i servizi del call center i curricula dei lavoratori “esclusi”, ma, come detto, per ora non è successo nulla.

Con la rescissione anticipata del contratto la società Gepin Contact non si sta più preoccupando dei lavoratori che utilizzava per il servizio.
La GPI, società a cui è stata affidata la gestione di tutti i canali di risposta del call center, sostiene di non aver alcun obbligo di farsi carico dei collaboratori lasciati a casa, perchè ha vinto un bando in cui non era prevista alcun obbligo in tal senso.
Rimangono 19 lavoratori in attesa di risposte che non arrivano.
Possibile che nessuno in regione si sia posto il problema riguardo il destino di queste persone?
Spero di poter annunciare qualche notizia positiva su questo blog, ma con i giorni che passano, ci credo sempre meno.

2 commenti su “Sugli ex operatori del call center regionale è calato il silenzio

  1. Alberto Basso

    … ho personalmente scritto al presidente Maroni che ci dia udienza/che ci incontri su questa situazione inimmaginabile (fino a quando non ci è’ successa). Per ora non c’è ombra di risposta. Noi continuiamo la nostra battaglia per il nostro futuro e PER CAPIRE COSA È SUCCESSO!!! Grazie a tutti per il sostegno, speriamo in una soluzione “umana” di questa vicenda, grazie di nuovo.

    Replica
  2. Roberto Predelli

    Salve sig.Pizzul.Anche a nome dei miei colleghi operativi su alcuni servizi telefonici di Regione Lombardia sino a qualche mese fa….la ringrazio moltissimo.Poiché è tra i pochi in Consiglio Regionale a sostenersi tuttora.L’ultimo nonché recente intervento sulla nostra attuale realtà purtroppo per noi la rispecchia fedelmente.Ieri,tra l’altro…sono venuto a sapere che quello del centralino di Giunta Regionale è un servizio che,diversamente da quanto ci era stato riferito precedentemente…a partire dalla data del recesso anticipato da parte della Regione nei confronti della Gepin Contact(la nostra attuale Società) …è stato trasferito laddove opera la Società che tuttora gestisce i due sportelli al cittadino di Spazio Regione.Altro che…gara d’appalto.Che vergogna!…un’istituzione così importante che prende in giro per poi disinteressarsi concretamente del destino occupazionale… di chi(come il sottoscritto)…che il suo operato lo ha gestito con continuità per un decennio…ed ora viene considerato come chi…è stato punito…giustamente per qualche giornata di sciopero….dal e non solo mio punto di vista + che legittimo.No!….la o le realtà sono ben altre.In primis…un problema di fondi finanziari a disposizione da destinare a quella eventuale nuova gara d’appalto..che infatti non c’et stata.Semplicemente perché la Regione(Presidenza di Giunta)…non ha più voluto finanziarla…

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *