Il trasporto pubblico locale e la polemica tra stato e regione

24 febbraio 2017 di fabio pizzul

Rilancio uno scritto dell’assessore ai trasporti del Comune di Milano Marco Granelli a proposito dei fondi per il trasporto pubblico locale.
Credo contribuisca a fare un po’ di chiarezza sulla vicenda.
Al netto delle informazioni molto tecniche, credo necessario che alle agenzie dei trasporti vadano garantite risorse certe per il 2017. Non si può attendere l’autunno per capire se ci saranno o meno i soldi.

Oggi Sorte, assessore regionale della Lombardia ai trasporti, attacca il Governo Gentiloni e il Ministro Del Rio, accusandoli di mettere in ginocchio il trasporto pubblico locale della Lombardia. Dice che Roma nel fondo per il 2017 taglia 12 milioni di € al trasporto pubblico della Lombardia. Ho voluto capire bene e ho chiamato il Ministero: la storia è diversa, e Sorte non l’ha raccontata tutta. E poi Sorte comunque taglia di altri 8 milioni rispetto alle risorse del 2016. Ecco cosa dicono dal Ministero. Il 9 febbraio 2017 Governo e Regioni (tranne Friuli e Sardegna) esprimono parere favorevole ad un’intesa sul bilancio dello Stato del 2017, predisposta proprio dal Governo insieme con il gruppo di lavoro sul bilancio della Conferenza Stato-Regioni coordinato dalla Lombardia, che quindi ha espresso parere favorevole all’intesa. In questa intesa si parla di fondo del Trasporto pubblico locale. Il fondo, che per il 2017 era di 4.859 milioni di €, dai tempi del Governo Monti è alimentato dall’accisa sul gasolio e la cifra fissata è una previsione che poi deve poi essere conguagliata a fine anno, verificato l’effettivo incasso dell’accisa. Il Governo Gentiloni e il Ministro del Rio hanno firmato un’intesa con le Regioni per cui dal 2017 il fondo non è più “previsionale” e soggetto a conguaglio a fine anno, ma stabile. Si pensi che il fondo del 2016 era di 4850 milioni di €, che conguagliato perde circa 250 milioni di €, più o meno come gli anni precedenti. Invece il fondo del 2017, grazie a questo accordo e scelta del Governo Gentiloni e di Del Rio, è di 4.789 milioni di € (effettivamente 61 milioni di € in meno, circa 1,3% in meno), ma non sarà più soggetto a conguaglio, e quindi si tratta di soldi veri e certi. Quindi, prima le Regioni avrebbero dovuto restituire circa 250 milioni a fine anno, ora non più. Nel 2018 il fondo sarà di 4.932 milioni di €, senza nessun conguaglio, il fondo più cospicuo degli ultimi 5 anni. Ed in più il Governo ha messo negli ultimi 6 mesi, 1,5 miliardi di € per acquistare autobus, che le Regioni devono distribuire alle aziende che gestiscono il trasporto pubblico, per aggiungerci una pari cifra e comprare gli autobus. Che Sorte li distribuisca subito, e dica tutta la storia, non solo una parte. Ringrazio on. Daniela Gasparini, già sindaca di Cinisello Balsamo per l’aiuto ad assumere queste informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *