Olimpiadi in Lombardia? Non ci risultano…

10 novembre 2016 di fabio pizzul

Olimpiadi in Lombardia! Maroni lo aveva detto all’indomani dell’annuncio della sindaca romana Raggi: “Se salta la candidatura di Roma alle Olimpiadi, ho intenzione di proporre la Lombardia per la sostituzione”. Ma ora, quando si tratta di approvare il programma di governo da qui a fine legislatura, la regione se ne è già dimenticata.

Il presidente Maroni si era spinto anche oltre: “Le chiamerei ‘Lombardia 2028’, noi sapremmo come farle bene: Olimpiadi diffuse sul territorio, con i nostri laghi per le discipline nautiche, i nostri bellissimi campi da golf, le piste di atletica. Sarebbero una novità interessante”. Era settembre.
Il 4 ottobre scorso, in occasione della visita degli atleti paralimpici al Consiglio regionale, aveva anche preso un impegno concreto: “Abbiamo una grossa chance per le Olimpiadi del 2028: cominciamo a preparare con il Coni il dossier per la candidatura”. E 20 giorni dopo rincarava la dose: “Le Olimpiadi? Siamo assolutamente pronti”.

Oggi la sorpresa: nel Documento di economia e finanza regionale 2016, che presenta gli obiettivi strategici e i risultati attesi per i prossimi anni di Regione Lombardia, alla voce sport non c’è sia il minimo accenno a un’eventuale candidatura lombarda alle Olimpiadi.
I casi sono due: o Maroni viene sconfessato dal suo stesso programma di governo per i prossimi anni, o qualcuno si è dimenticato di un particolare tutt’altro che trascurabile. Davvero una bella svista.
La maggioranza non è sembrata preoccuparsene più di tanto ed ha approvato senza fiatare il programma di fine legislatura per lo sport. Con buona pace dei sogni olimpici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *