Trasporti: la maggioranza di Maroni vota contro il Patto per Milano

20 settembre 2016 di fabio pizzul

La maggioranza regionale ha approvato il Piano Regionale per la Mobilità e i Trasporti, il documento che dovrebbe indicare le infrastrutture per i trasporti e la mobilità dei prossimi anni in Lombardia. Il precedente risaliva al 1982!
Il PD ha votato contro un piano che non fa altro che seguire la linea strategia di questi decenni, ovvero molto asfalto e poco coraggio nell’investire di più sul trasporto pubblico su ferro. Molto discutibile anche il fatto che il piano abbia coinvolto solo l’assessorato ai trasporti e alle infrastrutture: non sarebbe stato più corretto ragionare anche, ad esempio, con gli assessorati all’ambiente, alla salute o al territorio?
Ma c’è dell’altro.

Avevamo chiesto di inserire nel Piano le opere che sono state inserite nel Patto per Milano da poco firmato tra il Governo e il Comune di Milano, tra cui il prolungamento e l’ammodernamento delle metropolitane milanesi. La maggioranza e la Giunta hanno deciso di non includerle nel piano e di bocciare un ordine del giorno con cui chiedevamo che la regione collaborasse con il governo e con Milano per raggiungere gli obiettivi del patto stesso. Davvero un bell’esempio di collaborazione istituzionale.
Il PRMT prevede comunque diverse infrastrutture importanti, ma, come dicevo non abbandona la scelta privilegiata per nuove strade e autostrade.
Eppure nella parte iniziale del Piano che riporta analisi approfondite sull’ambiente, il territorio lombardo e i trasporti della Lombardia si sottolineava la necessità di politiche diverse e più coraggiose per tutelare l’ambiente e garantire una più moderna gestione dei trasporti.
Nei giorni prossimi, una volta pubblicata la versione definitiva, vi metterò a disposizione il testo completo del PRMT.
L’impressione è che il PRMT sia espressione di scelte tecniche all’insegna della continuità con quanto è stato fatto in questi ultimi anni.
Nel piano manca un’idea unitaria di politica di trasporti per la Lombardia.
Un vero peccato.

P.S. 1
Non sono mancati momenti di tensione nella maggioranza con l’approvazione da parte dell’aula (voto favorevole della Lega) di due ordini del giorno proposti dal Movimento 5 Stelle sulla riqualificazione della metrotranvia Comasina-Limbiate e sul prolungamento della metropolitana a Monza. L’incidente ha provocato una pausa di un quarto d’ora nei lavori del consiglio per un chiarimento all’interno della maggioranza. Nulla di grave, ma la conferma di una tensione latente.

P.S. 2
Approvata anche mozione a favore del prolungamento della MM2 a Vimercate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *