Non si riescono a spendere i fondi per i giovani, perchè?

5 maggio 2016 di fabio pizzul

In tempi in cui si parla molto di giovani che non riescono a trovare lavoro e neppure sono in pefcorsi di formazione, i cosiddetti NEET, capita che si stanzino risorse per favorire il servizio civile e queste non vengano impiegate se non al 63%. E’ accaduto in Lombardia con il bando per la Leva Civica Volontaria regionale del 2015/2016. Ho chiesto chiarimenti alla Giunta che ha risposto durante l’ultima seduta di Consiglio.

L’assessore Rossi ha puntualmente descritto quanto accaduto motivando il mancato completo utilizzo dei fondi con la concomitanza del Servizio Civile Nazionale (non l’avessimo detto quando fu approvata la legge sulla Leva Civica nel 2013…), con le difficoltà dei Comuni a reperire i fondi per il cofinanziamento e con la difficoltà di formulare progetti adeguati al bando regionale.
Se volete approfondire la questione, vi invito a leggere la risposta che vi allego.
Leva Civica volontaria – risposta assessore
Rimangono due dubbi e un auspicio, come ho detto in aula.
Il primo: perchè ostinarsi a proporre un progetto regionale quando si poteva contribuire a rendere più efficace il Servizio Civile Nazionale? Il fatto di voler far da sè sempre e comunque è un vizio ricorrente in Lombardia.
Il secondo: non è che l’eccessiva difficoltà della formulazione del bando finisce per costringere i comuni ad appoggiarsi ad intermediari che li aiutano ma forse (lecitamente) ne approfittano anche?
L’auspicio: spero che il prossimo bando sia più semplice e venga pubblicato per tempo, onde evitare che il poco tempo a disposizione per compilare i progetti costringa i comuni a corse folli o a rinunciare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *