Visite per lo sport, le famiglie non dovranno pagare

28 novembre 2015 di fabio pizzul

Una decina di giorni fa avevi segnalato in VII commissione che erano esauriti i fondi regionali per le visite di idoneitá per lo sport e che le famiglie rischiavano di diverle pagare. Nei giorni scorsi é arrivata una delibera di giunta che stanzia nuovi soldi per coprire anche le visite degli ultimi due mesi del 2015.
Non so se il mio intervento abbia contribuito, ma bene cosí.
Vi allego una sintesi della delibera.
P.S. Ieri su twitter c’era un link farlocco, me ne scuso ma ha fatto tutto worpress in automatico.

 

DELIBERAZIONE N° X / 4376 Seduta del 20/11/2015

Certificazioni di idoneità alla attività agonistica per minori e per disabili
Il D.P.C.M. 29 novembre 2001 “Definizione dei livelli essenziali di assistenza”, oggi vigente, comprende tra le attività da garantirsi a carico del SSN anche le certificazioni di idoneità di minori e disabili alla pratica sportiva agonistica. Sono attività elencate nell’ambito delle certificazioni medico legali afferenti all’area del primo livello di assistenza (prevenzione).
Nelle more della approvazione delle regole 2016, che potranno prevedere l’afferenza all’area delle prevenzione delle risorse necessarie ad effettuare queste attività certificatorie, si prevede che, nel complesso delle risorse già stanziate per il sistema, anche per il 2015 le stesse non gravino sulla specialistica ambulatoriale territoriale e che quindi, nel rispetto del Decreto legge 19 giugno 2015, n. 78 convertito nella legge 6 agosto 2015 , n. 125, si possa garantire in pieno la dovuta attività certificatoria di cui trattasi, dando mandato alle ASL di adeguare i finanziamenti di queste attività per un massimo, su base regionale, di 2 milioni supplementari, così come certificato dalle ASL stesse, rispetto a quanto già contrattualizzato con gli erogatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *