Diario di Expo del 27 giugno – con Unitalsi un’Expo davvero per tutti

27 giugno 2015 di fabio pizzul

Giornata speciale oggi ad Expo. Oltre al National day kazako, con l’inevitabile pensiero alle stragi di ieri in Francia, Tunisia, Kuwait e Somalia, c’è stato l’esordio della presenza di Unitalsi, l’associazione che si occupa di trasportare ammalati e disabili a Lourdes e in diversi santuari internazionali.
L’Unitalsi ha compiuto oggi un viaggio inaugurale in Expo Milano 2015, pensato anche per testare la buona riuscita dell’accoglienza di quanti hanno già deciso o decideranno di visitare l’Esposizione Universale e hanno difficoltà deambulatorie o di altro tipo..

Circa 300 persone, tra volontari, persone con disabilità – molte in carrozzella – e i loro accompagnatori, sono giunti da diverse regioni, accedendo questa mattina dai diversi ingressi del Sito Espositivo.
Diversi gli itinerari compiuto nel sito con tanto di cronaca sui social network per verificare che davvero Expo sia senza barriere.
Un viaggio, per così dire, di prova, visto che nem mese di ottobre sono attesi vari treni speciali che porteranno a Milano circa 2 mila persone.
Il percorso si è concluso nello spazio antistante l’Expo Center, alla presenza del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, che ha così tenuto fede alla promessa fatta ai responsabili di Unitalsi di dimostrare nei fatti che Expo non fosse solo un luogo di incontro per capi di stato, ma davvero per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *