Edilizia scolastica: attendiamo la delibera di Maroni. Con qualche apprensione.

13 marzo 2015 di fabio pizzul

Avrebbe dovuto essere approvata venerdì scorso, poi oggi, ora non la troviamo neppure nell’ordine del giorno della giunta convocata per lunedì. La delibera con cui Regione Lombardia deve recepire il cosiddetto decreto mutui per l’edilizia scolastica (pubblicato in GU lo scorso 3 marzo) si fa ancora sospirare.
L’attesa è anche caratterizzata da qualche apprensione sui contenuti della delibera stessa.
Il decreto ministeriale lascia criteri molto aperti, la delibera regionale come si comporterà?

Faccio solo un esempio.
L’articolo 3 del decreto, alla lettera e) specifica che può essere prevista una “eventuale quota di cofinanziamento da parte degli enti locali”. La regione, in altri bandi, ha previsto il cofinanziamento come criterio di ammissibilità e questo sarebbe in contrasto con quanto previsto dal governo. Si premi pure con un punteggio più alto gli enti locali che cofinanziano in misura maggiore, ma non si escludano dalla graduatoria coloro che non sono in grado di farlo. Anche perché il Patto di stabilità vale ancora; la quota di cofinanziamento comunale non sarebbe esclusa dal patto e questo potrebbe impedire a molti comuni di presentare la domanda.
Ci auguriamo che il bando regionale non abbia l’unico obiettivo di selezionare le domande in ingresso (per avere meno problemi di valutazione), ma risponda realmente all’obiettivo (ambizioso) proposto dal Governo, ovvero stilare una graduatoria dei progetti necessari per avere una realistica programmazione triennale dell’edilizia scolastica.
Mi si passi la metafora viabilistica: la differenza è la stessa che passa tra chi si limita a dirigere il traffico a un incrocio e chi prova a immaginare una politica della mobilità per i prossimi tre anni.

P.S.
Nel link sottostante trovate la sintesi del progetto del Governo sull’edilizia scolastica con i fondi previsti (in realtà ce ne saranno anche in aggiunta) e gli interventi già partiti.
slides edilizia scolastica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *