Ospedale unico della Martesana? La giunta non risponde.

13 gennaio 2015 di fabio pizzul

Questa mattina in consiglio regionale si è discusso di ospedale unico della Martesana. O meglio, si sarebbe dovuto capire quale fossero le intenzioni della giunta in ordine al possibile studio di fattibilitá sull’ospedale stesso. Almeno questo chiedeva esplicitamente un’interrogazione presentata dal collega del Patto Civico Paolo Micheli (di cui, tra l’altro, si dicono grandi cose riguardo Segrate…).
Ebbene, l’assessore Mantovani nella sua risposta non ha detto nulla riguardo le intenzioni della giunta sullo studio di fattibilitá per l’ospedale unico. Dobbiamo dunque concludere che lo studio non verrá fatto?
Difficile esserne sicuri, ma questa pare debba essere l’interpretazione da dare alla non risposta di oggi.
L’assessore Mantovani ha però ricordato i finanziamenti garantiti ai presidi della Martesana negli ultimi anni.
Vi propongo qui di seguito la scheda che ha guidato l’intervento di Mantovani, mi paiono dati utili da conoscere. Quanto all’efficacia, lascio a voi le considerazioni del caso.
L’assessore Mantovani ha ribadito come il presidio di Vaprio assumerá la funzione di POT (presidio ospedaliero territoriale), quello di Cassano una specializzazione riabilitativa, mentre i presidi ospedalieri di Cernusco e Melzo si integreranno per garantire i servizi necessari al territorio.
L’ormai annosa questione del possibile ospedale unico pare, invece, chiusa, almeno a livello di fondi per lo studio di fattibilitá. O forse no.

IMG_1326.JPG

Un commento su “Ospedale unico della Martesana? La giunta non risponde.

  1. Giorgio

    Un ospedale unico della Martesana farebbe concorrenza al San Raffaele, intorno al quale la Regione vuole invece far ruotare la sanità di tutto l’est milanese. Il primo passo è stata l’eliminazione (contraria a linee guida nazionali recepite da una legge regionale) del punto nascita di Cernusco S/N, portata a termine in meno di 5 mesi, cui seguirà certamente la chiusura di quello di Melzo entro un paio d’anni. Un punto nascita da 1000 parti in Martesana avrebbe l’obbligo di essere dotato di Terapia intensiva neonatale, e farebbe troppa concorrenza all’HSR.

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *