Gli universitari lombardi lanciano un appello a Maroni: no ai tagli al diritto allo studio

17 dicembre 2014 di fabio pizzul

Gli studenti universitari lombardi sono in allarme per gli annunciati tagli al diritto allo studio previsti nel bilancio della regione per il 2015.
Con una lettera al presidente Maroni e la raccolta di oltre 3500 firme depositate oggi in regione hanno manifestato tutto la loro preoccupazione per una situazione che rischia di penalizzare soprattutto gli studenti con meno risorse economiche. Alla faccia del merito e della paritá di opportunitá di accesso allo studio.

Qui di seguito riporto la lettera scritta dagli studenti al presidente Maroni.
Nei prossimi giorni ci sará un incontro tra i rappresentanti degli atenei e l’assessorato alla formazione.
Per quanto ci riguarda, come PD abbiamo giá preparato emendamenti al bilancio per reintegrare i fondi per il diritto allo studio e presenteremo anche ordini del giorno in tal senso.
Speriamo che la maggioranza non faccia finta di nulla.

IMG_1313.PNG

Un commento su “Gli universitari lombardi lanciano un appello a Maroni: no ai tagli al diritto allo studio

  1. Francesco Rubini

    Veramente una bella iniziativa, a seguito di tante e tante firme raccolte dagli Studenti ai banchetti aperti in tutte le Università. E bella l’iniziativa degli emendamenti per il reintegro dei fondi !.
    Mi sono permesso di darne diffusione anche tra tutto il personale Docente e Tecnico-Amministrativo del mio Ateneo, Milano-Bicocca.
    Grazie di quanto si potrà fare per garantire il diritto allo studio !
    Francesco Rubini

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *