Gli eletti al nuovo Consiglio metropolitano di Milano

30 settembre 2014 di fabio pizzul

La Città Metropolitana di Milano ha il suo Consiglio.
Sulla base dei risultati delle elezioni di domenica 28, i componenti del Consiglio che dovrà approvare entro il 31 dicembre lo Statuto sono:

CENTROSINISTRA X LA CITTA’ METROPOLITANA (PD + LISTE SINISTRA) (seggi 14)
Centinaio Alberto (3.480*)
Comincini Eugenio Alberto (3.243*)
Iardino Maria Rosaria (3.015*)
Bertole’ Lamberto Nicola Giorgio (2.954*)
Bussolati Pietro (2.877*)
Mezzi Pietro (2.822*)
Parozzi Rita (2.642*)
Romano Pietro (2.639*)
Quartieri Ines detta Patrizia (2.591*)
Palestra Michela (2.413*)
Censi Arianna Maria (2.257*)
Chittò Monica Luigia (2.215*)
Arrara Pierluigi (2.199*)
Barberis Filippo Paolo (2.153*)

LEGA NORD-LEGA LOMBARDA- PADANIA (seggi 2)
Lepore Luca (2.343*)
Fusco Ettore (2.254*)

LISTA CIVICA COSTITUENTE PER LA PARTECIPAZIONE- LA CITTA’ DEI COMUNI (SOCIALISTI, RADICALI, LISTE CIVICHE) (seggi 2)
Biscardini Roberto (2.012*)
Cappato Marco (1.723*)

INSIEME PER LA CITTA’ METROPOLITANA (FI + NCD) (seggi 6)
Alparone Marco (4.065*)
Villa Alberto (3.408*)
Vagliati Armando (2.892*)
Osnato Marco (2.799*)
Russomanno Giuseppe (2.412*)
Guidi Luciano (2.164*)

Il sito della Provincia di Milano con i risultati ufficiali

Breve commento.
Il voto ponderato, ovvero proporzionale agli abitanti rappresentati dai singoli consiglieri comunali o sindaci votanti, ha creato qualche problema di conteggio e ha dato un valore enorme a Milano e ai comuni più popolosi.
Il risultato del PD è sicuramente inferiore alle attese della vigilia.
SeL e Rifondazione con tre consiglieri hanno ottenuto un risultato molto positivo e senza dubbio superiore al loro attuale peso elettorale.
Grande successo tattico per Biscardini e Cappato che, se avessero dovuto cimentarsi in un’elezione di primo livello (con il normale corpo elettorale) non sarebbero mai entrati in consiglio.
Bene la Lega e in linea con le previsioni l’intero centro destra che governa ormai pochissimi comuni dell’Area metropolitana.
Al di là di queste considerazioni, i nuovi consiglieri dovranno ora lavorare sodo per dare alla Città il miglior statuto possibile.
Se posso permettermi una considerazione finale, dico che il cammino di queste settimane è stato, almeno per i miei gusti, troppo caratterizzato in termini di equilibri politici. Personalmente avrei preferito una “competizione” su competenze e idee più che su appartenenze e schieramenti. Ma so di essere fuori moda o fuori schema.
Personalmente non mi sarebbe dispiaciuto vedere eletti anche Andrea Checchi, sindaco di San Donato e Anna Scavuzzo, consigliera comunale milanese, ma i consiglieri e sindaci elettori hanno fatto le loro scelte e… va bene così.
Buon lavoro ai neo consiglieri metropolitani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *