Emergenza Seveso: arrivano i fondi

14 luglio 2014 di fabio pizzul

Pare siano in arrivo novità in materia “Emergenza Seveso”.

Il Governo nazionale è disposto a stanziare le risorse, vedremo ora come si muoverà la Giunta Maroni.

Riporto qui di seguito i lanci di agenzia sulle dichiarazioni dell’assessore regionale Viviana Beccalossi in merito alla questione:

Lombardia Notizie – Milano, 14 Luglio

“Un grande successo di Regione Lombardia,

che oggi ha ottenuto dal Governo la disponibilità a procedere

con la realizzazione della vasca di laminazione sul fiume Seveso

a Senago (Milano), attraverso le procedure accelerate accordate

in occasione di Expo e da introdurre in fase di conversione del

Decreto 91/2014. Inoltre, Palazzo Chigi ci supporterà con i

fondi necessari per il completamento della messa in sicurezza

del Seveso, che passa da altri tre interventi a Lentate sul

Seveso, Paderno Dugnano e Varedo”. Lo annuncia l’assessore

regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo Viviana

Beccalossi, a margine dell’incontro con i rappresentanti della

struttura di missione della Presidenza del Consiglio ‘Italia

Sicura’, coordinata da Erasmo D’Angelis.

 

ACCELERARE I TEMPI – “Il Governo – commenta Viviana Beccalossi –

ha riconosciuto la necessità di procedere il più in fretta

possibile, affinché quanto accaduto nei giorni scorsi e per

l’ennesima volta a Milano non si ripeta più. Sul tavolo abbiamo

messo l’urgenza delle opere, che possono essere messe in

cantiere in tempi brevi con l’ok a tagliare radicalmente la

burocrazia”.

L’IMPEGNO DI REGIONE – L’assessore Beccalossi ha ricordato che

per la vasca di laminazione di Senago sono già disponibili sul

tavolo i primi 10 milioni di euro di Regione Lombardia. Il

Comune di Milano anche in questi giorni ha più volte

sottolineato di voler onorare il suo impegno per la messa a

disposizione dei 20 milioni di euro che mancano per completare

il quadro finanziario.

LE NOSTRE RICHIESTE AL GOVERNO – “Sei mesi fa – continua Viviana

Beccalossi – abbiamo inviato un elenco delle priorità più

urgenti al Governo in tema di dissesto idrogeologico, comprese

le opere per la realizzazione delle altre 3 vasche sul Seveso a

Varedo, Lentate e Paderno Dugnano, di cui sono già attivate le

progettazioni a carico del bilancio regionale. La buona notizia,

quindi, è avere ottenuto il via libera per gli 80 milioni di

euro necessari a completare tutto il sistema di protezione sul

bacino del Seveso”.

ACCORDO DI PROGRAMMA TRA REGIONE E MINISTERO AMBIENTE –

A supporto delle richieste lombarde, i “numeri” generati

dall’Accordo di programma per gli interventi urgenti e

prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico tra

Regione Lombardia e Ministero dell’Ambiente, che mostra uno

degli andamenti più positivi rispetto agli accordi attualmente

in atto tra Governo e Regioni italiane. Al 30 giugno 2014

risultano infatti attivati tutti i 163 interventi previsti, con

risorse totali di 215 milioni di euro, dei quali circa 70

milioni a carico del Ministero e 145,5 della Regione.

RISCHIO IDROGEOLOGICO FUORI PATTO STABILITÀ – “Un altro tema sul

quale abbiamo ottenuto risposte positive – prosegue l’assessore

Beccalossi – è la nostra richiesta di escludere dal Patto di

stabilità gli interventi per la riduzione del rischio

idrogeologico. Oggi, di fatto, anche alle Amministrazioni

virtuose come la nostra viene impedito di utilizzare i propri

fondi disponibili, anche in casi come questi, in cui la priorità

è la sicurezza dei cittadini e delle imprese, così come è

impensabile che alle Regioni del Centro Nord spetti solo il 20

per cento dei fondi dedicati” conclude. (Ln)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *