Scambio di battute e comunicati sui Serenissimi. Da leggere…

4 aprile 2014 di fabio pizzul

Vi copio qui sotto uno scambio di comunicati stampa tra me e l’assessore alla sicurezza lombardo Simona Bordonali.
A voi ogni commento.
Poi vi dirò come ho reagito io…

Pizzul (PD): assessore alla sicurezza in carcere dai secessionisti? Fa sorridere

“Che l’assessore regionale alla sicurezza vada a rendere omaggio in carcere ai serenissimi col carro armato fa un po’ sorridere. Forse nelle intenzioni di Maroni c’è quella di dotare le polizie locali del famoso “tanko”, e di schierare i vigili urbani a difesa dei confini regionali. Bordonali, con questo gesto, non fa altro che convincerci che un assessorato del genere è solo una poltrona in più”. Così il vice capogruppo del Pd in Regione Fabio Pizzul in merito all’annuncio che l’assessore regionale alla sicurezza e immigrazione Simona Bordonali si recherà domani in carcere a Brescia, insieme ai colleghi di partito Fabio Rolfi e Davide Caparini, per fare visita ai secessionisti bresciani arrestati ieri.
Milano, 3 aprile 2014

Secessionisti: Bordonali, da sinistra solita doppia morale

(ANSA) – BRESCIA, 04 APR – ”Non mi sorprende che un degno
erede del vecchio partito comunista sorrida di fronte
all’arresto di 24 persone che la pensano in modo diverso da lui.
Del resto dov’era l’indignazione del consigliere Pizzul quando i
suoi compagni di partito entravano nelle carceri per incontrare
i terroristi rossi, colpevoli di stragi, attentati e omicidi
politici, auspicandone a gran voce e senza vergogna la
liberazione?”. Cosi’ in una nota l’assessore a sicurezza,
protezione civile e immigrazione di Regione Lombardia, Simona
Bordonali, replica alle dichiarazioni del consigliere regionale
Pd Fabio Pizzul in merito alla visita che l’assessore ed altri
esponenti della Lega Nord faranno domani mattina agli
indipendentisti arrestati nei giorni scorsi.
”Fabio Pizzul – scrive l’assessore – e’ l’incarnazione
perfetta della doppia morale di sinistra: reputa inutile
l’assessorato alla sicurezza e alla protezione civile senza
calcolare che sono deleghe presenti anche nelle Regioni
governate dal Pd”.
”Faro’ questa visita in carcere – dichiara ancora nella nota
l’assessore Bordonali – non solo perche’ lo ritengo un gesto
dovuto, ma soprattutto perche’ voglio assicurarmi delle
condizioni di salute di persone che ho avuto modo di conoscere
nel corso degli anni di impegno politico”. (ANSA).
Y0N-RT
04-APR-14 13:34 NNNN

Secessionisti
PIZZUL (PD): “VICINANZA A CHI E’ IN CARCERE, MA SENZA PUBBLICITA’”

“Nulla vieta di andare a manifestare la propria solidarietà e la propria vicinanza umana a qualcuno che è detenuto, anzi diventa così anche l’occasione per toccare con mano la situazione delle carceri. Ma il buon senso e il ruolo istituzionale suggerirebbero di farlo in silenzio e senza comunicati stampa”. Risponde così Fabio Pizzul, vicecapogruppo del Pd in Consiglio regionale, alla replica dell’assessore Bordonali al suo primo intervento di commento per la visita in carcere a Brescia dei ‘secessionisti’ padani.

Milano, 4 aprile 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *