Arresti a Cologno Monzese per appalti sui rifiuti

18 febbraio 2014 di fabio pizzul

Leggo ora questo lancio di Televideo:

“Raffaele Cantalupo, vicesindaco e assessore all’Ambiente del Comune di Cologno Monzese, e l’assessore all’Edilizia, Maurizio Diaco, sono stati arrestati con l’accusa di aver intascato tangenti per pilotare l’appalto per lo smaltimento di rifiuti. I due politici, secondo le indagini della Guardia di Finanza di Monza, avrebbero pattuito con la “Sangalli&C.” (sotto inchiesta per corruzione negli appalti in Lombardia,Lazio e Puglia) una tangente da 300 mila euro per un appalto da oltre 28 milioni”.

L’azienda è la stessa coinvolta nella vicenda che ha portato all’arresto e alle dimissioni dell’ex sindaco di Pioltello Concas. La vicenda pare molto simile, ma le cifre più consistenti.
La giunta di Cologno è di centro sinistra.
Attendiamo nuove notizie e lo sviluppo delle indagini, nell’ipotesi che gli assessori possano chiarire la propria estraneità ai fatti, ma la vicenda intristisce e riempie di rabbia.
In un tempo in cui ci si continua a ripetere che è necessario riavvicinare le istituzioni ai cittadini, queste sono vicende che fanno danni enormi.

Un commento su “Arresti a Cologno Monzese per appalti sui rifiuti

  1. Mario De Gaspari

    Caro Fabio, un amico mi ha mostrato la tua intervista a Concas in occasione della sua campagna elettorale. A quel tempo la mia polemica verso di lui e i suoi metodi era ampiamente nota nel partito, così come erano note le sue nefandezze nei miei confronti. Niente di male, ma consigliere per il futuro maggior prudenza nel manifestare appoggio elettorale a richiesta. Consiglierei anche di ascoltare chi ha qualcosa da dire. E soprattutto suggerirei di non esporsi solo in ragione dell’appartenenza a una comune cordata.

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *