In arrivo la legge sui contratti di solidarietà

10 dicembre 2013 di fabio pizzul

Le aziende lombarde in crisi avranno presto nuove opportunità per mitigare i possibili cali occupazionali.
La IV Commissione del Consiglio regionale della Lombardia ha approvato questa mattina all’unanimità il progetto di legge mirato a sostenere economicamente i contratti di solidarietà.
Il dispositivo, che accorpa le iniziative del Pd, del Movimento 5 stelle e del consigliere Claudio Pedrazzini (FI-PdL), è stato discusso al termine di un lungo confronto sviluppatosi attorno ad un mirato tavolo di lavoro coordinato dal consigliere Stefano Buffagni (M5S). Relatore del provvedimento è Enrico Brambilla (PD).
Il progetto di legge, che sarà sottoposto al voto del Consiglio regionale il prossimo 18 dicembre, norma le “Misure a favore dei contratti e degli accordi sindacali di solidarietà” e richiede lo stanziamento di almeno 2 milioni di euro.
L’intervento della Regione intende integrare le misure previste dalla legislazione nazionale facendo prediligere alle realtà in difficoltà lo strumento dei contratti di solidarietà rispetto alla cassa-integrazione.
“Dalla Commissione arriva un segnale forte al territorio – spiega il Presidente, Angelo Ciocca – e ancora una volta voglio sottolineare il contributo corale di tutta la Commissione. Le misure contenute nel progetto di legge consentiranno agli imprenditori di tenere in azienda lavoratori che dovrebbero seguire percorsi di cassa integrazione o mobilità con lo spettro del licenziamento”.
Soddisfazione condivisa dal relatore Enrico Brambilla che ha rivendicato il ruolo del Pd nel promuovere questo percorso legislativo, sottolineando la necessità di promuovere i contratti di solidarietà, senza snaturare troppo lo spirito dell’iniziativa a favore degli accordi. “Siamo stati disponibili alla mediazione con le altre forze politiche, ma mai disposti ad uno snaturamento della legge né ad un rinvio oltre la fine dell’anno perché i lavoratori lombardi attendono, oggi più che mai, dalla politica, risposte rapide e concrete e noi vogliamo dargliele come ci siamo impegnati a fare”, ha detto Brambilla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *