PD milanese, tutti contro tutti o tutti per tutti?

12 ottobre 2013 di fabio pizzul

Ieri sera alle 20 è scaduto il termine per la presentazione delle candidature alla segreteria provinciale del PD a Milano.
In settimana si era fatta largo un’ipotesi che poteva vedermi coinvolto, nell’ottica di un cammino di rinnovamento che potesse fare un passo avanti rispetto alle diverse filierie correntizie metropolitane.
Di fronte alla certificazione da parte dei garanti nazionali dell’incompatibilità tra il ruolo di consigliere regionale e quello di segretario metropolitano, mi sono ritirato in buon ordine: le regole vanno rispettate.
Altre mediazioni tra le diverse anime democratiche sono finite nel nulla e ci troviamo con 4 candidati in lizza.
Per l’area di Primavera Democratica (ex penatiani e altri ex diessini) Arianna Cavicchioli, per Area Democratica (Mirabelli-Toia) Arianna Censi, per civatiani e ex diessini di sinistra (non so se è la definizione più corretta) David Gentili e per i renziani Pietro Bussolati.
Personalmente, soprattutto per dare vita a un percorso di rinnovamento di metodi e contenuti del PD milanese che confermi i timidi segnali degli ultimi anni, sosterrò Pietro Bussolati. Anche se da qui a venerdì 18 ottobre, momento in cui dovranno essere presentate le liste a sostegno dei singoli candidati, non sono escluse altre possibili (anche se difficili) mediazioni.
Penso però che tutti e quattro i candidati abbiano storia, profilo e capacità per guidare il Pd milanese.
A tutti loro un caloroso in bocca al lupo e, fin d’ora, la mia disponibilità a collaborare perchè il PD sia davvero un partito di tutti e per tutti.

Un documento a sostegno di Bussolati
L’annuncio programmatico di David Gentili
Le linee di impegno di Arianna Censi
La pagina facebook di Arianna Cavicchioli

Un commento su “PD milanese, tutti contro tutti o tutti per tutti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *