Un film dietro le sbarre

8 maggio 2013 di fabio pizzul

Ho partecipato oggi nel carcere di Opera all’anteprima del film “Levarsi la cispa dagli occhi”, girato interamente all’interno della casa di reclusione alle porte di Milano.
Un’opera molto interessante, che apre una finestra sull’umanitá nascosta del carcere e rende ragione dell’impegno di chi promuove laboratori e attivitá per i detenuti. Con risultati spesso sorprendenti.

La pagina FB del film

Questa sera il film verrá proiettato all’Anteo di Milano.
Se potete, non perdetelo, vale la pena vederlo.

Nel film sono stati coinvolti circa 60 detenuti che partecipano al laboratorio di lettura all’interno del carcere. Uno strumento per non rendere inutile e disumano il carcere. Un piccolo, ma intenso raggio di sole nella casa di reclusione. vale la pena ricordare che i detenuti ad Opera sono 1400 e che solo 60 possono partecipare a questi progetti.
C’è molo da lavorare per superare un modello carcerario che non serve a nessuno, men che meno alla societá.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *