La regione unita per la cassa in deroga

9 aprile 2013 di fabio pizzul

Il consiglio regionale concorde sulla necessitá di garantire al più presto le risorse per la cassa integrazione in roga.
Valentina Aprea (assessore al bilancio Regione Lombardia) intervenendo in aula ha spiegato come non sia praticabile un anticipo regionale delle risorse per la cassa integrazione in deroga in sostituzione dello Stato, pare possibile invece un’anticipazione di cassa sulla base di risorse certe (stanziate cioè dallo Stato) attraverso un fondo di garanzia messo a disposizione da Regione Lombardia che acceleri l’erogazione di soldi che, dovendo passare attraverso l’Inps, impiegherebbero vari mesi ad arrivare. Questo purchè ci sia un’autorizzazione di svincolo dal Patto di stabilitá per queste cifre.
Su questo impegno si vota una mozione unitaria che unifica una mozione Pdl e una Pd che invita la Giunta a fare pressioni sul governo perché vengano assicurate le risorse per la cassa integrazione in deroga per l’intero 2013.

Maroni, prima del voto, ha ringraziato il consiglio per aver trovato un accordo unitario che interpreta come impegno forte che si sente di garantire. Per questo Maroni ha annunciato che, nel pomeriggio, telefonerà al Presidente del Consiglio Monti per poterlo incontrare nei prossimi giorni e consegnargli personalmente la mozione approvata quest’oggi dal consiglio regionale lombardo all’unanimità.

P.S.
All’unanimità significa che ha votato anche il Movimento 5 Stelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *