La regione e 16 mila fantasmi

8 febbraio 2013 di fabio pizzul

Molti si lamentano di non venire considerati dalla politica, ma c’è addirittura pare non esistere. E non solo per i distratti politici.
A Milano e nell’intera regione vivono circa 16 mila persone senza dimora, un terzo di quelle
ufficialmente presenti in tutta Italia. La Federazione italiana Organismi per le persone senza dimora (FiOpsd) propone per questa sera un confronto tra candidati alle prossime regionali. Un modo per colmare un vuoto e rilanciare un’attenzione.

La condizione di esclusione sociale che contraddistingue gli homeless ne fa spesso anche dei “fantasmi civili”: cancellati dalle anagrafi. E’ così che migliaia di uomini e donne finiscono per non poter godere dei diritti più elementari, a cominciare da quello di voto.
I primi e fondamentali interlocutori istituzionali delle persone senza dimora sono i comuni. Ma la regione, scrive la FiOpsd in un comunicato, ha competenze ben precise in materia di lotta
all’homelessness e alla grave emarginazione adulta: è titolare del potere legislativo in materia e
responsabile della programmazione dell’uso delle risorse europee.
Fio.psd è convinta che una regione avanzata deve essere una capace di effettive e innovative politiche di inclusione. Per questo motivo, la federazione intende chiedere ai candidati alla presidenza della Lombardia come intendano farsi carico dei diritti, dei bisogni e delle parabole di vita dei loro 16 mila concittadini senza dimora: il fatto che molti di essi non votino, non è motivo sufficiente – sul piano morale e politico – per disinteressarsi delle loro sorti.

L’incontro con i candidati, dal titolo “Sedicimila fantasmi in Lombardia: e se votassero?”, si svolgerà oggi, venerdì 8 febbraio alle ore 18 presso l’Auditorium (in via Kramer 5) dell’Opera San Francesco di Milano, uno dei 21 soci lombardi di Fio.Psd. Introdotto da Paolo Pezzana, presidente fio.Psd, e da padre Maurizio Annoni, presidente di Opera San Francesco, il confronto vedrà presenti Johnny Dotti (coalizione Ambrosoli), Fiammetta Coggi (coalizione Gabriele Albertini) e un rappresentante della coalizione Roberto Maroni.
La mia agenda a quell’ora prevede un incontro fissato già da tempo. Proverò comunque a passare (almeno in coda all’incontro) per testimoniare attenzione al problema.

Un commento su “La regione e 16 mila fantasmi

  1. allstate

    Hi! I know this is kinda off topic but I was wondering if
    you knew where I could get a captcha plugin for my comment form?
    I’m using the same blog platform as yours and I’m
    having problems finding one? Thanks a lot!

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *