Sviluppo e crescita: chi li ha visti?

5 aprile 2012 di fabio pizzul
Se lo sviluppo della Lombardia è affidato al progetto di legge approvato oggi da PDL e Lega temo ci attenda una crisi ancora lunga.
Ben lungi da disegnare un progetto complessivo di rilancio delle attività economiche e sociali, esso si configura piuttosto come un insieme di specchietti per le allodole. Ci sono norme condivisibili, ma anche disposizioni molto problematiche. Una su tutte quella sulla scuola, che come presentato in origine dovrebbe permettere la chiamata diretta e independente degli insegnanti da parte delle scuole statali. L’insistenza del PD ha reso più chiaro il fatto che questa sperimentazione debba essere subordinata a un preciso e previo accordo con il Ministero, debba essere circoscritta e debba essere valutata in modo trasparente. Troppo poco per un pasticcio che rischia di minare la legittimità stessa di tutta la legge approvata oggi, ma Lega e PDL evidentemente non la pensano così.
Stralciato invece un articolo che prevedeva norme molto blande in tema di compensazione ambientale per le grandi infrastrutture.
Le imprese chiudono, il lavoro cala, le famiglie si impoveriscono e mentre il Governo tenta faticosamente, non senza errori, di fare qualcosa, la Giunta Formigoni va avanti a suon di slogan. Il Pd ha dimostrato di essere disponibile a collaborare su provvedimenti concreti ed efficaci, ma, di fronte a una maggioranza che si compatta per i comuni guai giudiziari e pensa solo a difendere il proprio fortino di potere, sembra esserci poco da fare. Guarda il mio video commento.

Un commento su “Sviluppo e crescita: chi li ha visti?

  1. Pingback: La Lombardia bocciata sulla scuola | Fabio Pizzul

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *