Mafie: emergenza nazionale

4 aprile 2012 di fabio pizzul

Si sente parlare sempre più spesso, e senza distinzioni territoriali, di infiltrazioni mafiose e di contatti pericolosi tra organizzazioni criminali e mafie.Lo sconcerto e la necessaria indignazione non bastano. Bisogna agire per cambiare una situazione in cui gli spazi per il malaffare sembrano farsi sempre più ampi e inconfessabili.Per questo mi pare meritoria e lungimirante l’iniziativa che ha portato la CISL a dar vita al Centro Studi Sociali contro le Mafie denominato San Francesco. La sede é a Cermenate, in provincia di Como, in una villetta sequestrata alla mafia e intiolata all’avv. Giorgio Ambrosoli.Proprio a Cermenate, questa sera ci sarà un incontro che vede la partecipazione del figlio di Ambrosoli, Umberto e che segna un ulteriore passo del percorso “Dialoghi contro le mafie”.
Per maggiori informazioni sul progetto www.progettosanfrancesco.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *